Utente
Salve a tutti.
Circa due settimane fa mi sono alzato con lieve fastidio all'inguine sinistro(sopportabilissimo). Due notti dopo sono stato colpito da una colica con forti crampi all altezza del pube e diarrea. Da quel giorno sono colpito ad intermittezza da un fastidio un pò piu amplificato all inguine sx e dx, e da dolorini renali percepibili a livello lombare e fastidi renali percepibili all altezza dei fianchi ( come se fosse un pizzico prolungato). Devo dire che i sintomi vanno e vengono e che ho deciso di scrivere su questo sito in quanto da ieri e oggi questi sintomi sono più presenti e di intensità maggiore, portandomi così in uno stato di allerta. Il medico di base mi ha conisgliato di stare a riposo una settimana fa ma le cose non sono cambiate. Ci tengo a precisare che i dolori o fastidi seppure di intensità a tratti maggiore rimangono sopportabili e non mi limitano in nessun modo. In conclusione preciso che non faccio attività fisica da 8 mesi e che all'età di 3 anni sono stato operato di ernia inguinale bilaterale. (Adesso ne ho 24). In attesa di una risposta vi ringrazio per la disponibilità e vi auguro un buon lavoro.

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve,
presumo intanto che il suo curante le abbia esaminato tutte le porte erniarie per verificare che lei non abbia altre ernie inguinali o "punte" d'ernia.
Se non lo sapesse fare si faccia fare l'impegnativa per una visita chirurgica.
Purtroppo poco posso dirle sui dolori "renali" dal momento che non posso visiatarla e non posso farle una ecografia.
Quest'ultima sarebbe opportuna a livello addominale, per evidenziare spots iperecogeni indicativi di microlitiasi o di "renella" associata ad urinocoltura per escludere una infezione delle vie urinarie.
Ne parli con il suo medico e se vorrà mi faccia sapere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.