Utente 375XXX
Buongiorno mi sono sottoposto ad esami del sangue per misurare i valori di colesterolo e trigliceridi in farmacia. Ho chiesto al farmacista se serviva il digiuno e lui mi ha risposto di no. Ho eseguito l' esame per i trigliceridi il valore era 241 su un indicatore di 150 ed il colesterolo 231.Ad inizio anno avevo fatto gli esami in ospedale ed il risultato era di 100 su un indicatore di 200. E possibile un falso positivo dell' esame in questione visto che avevo fatto già colazione, the con fette biscottate e caffè e con cornetto al bar. Dopoesame mi hanno consigliato un integratore per abbassare il tutto. Grazie

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
mi spiace che abbia trovato un farmacista ignorante e stupido.
Che non sa che proprio la trigliceridemia risente sensibilmente del digiuno o di un pasto recente.
Tra l'altro vorrei capire dopo la colazione abbondante come non si sia accorto, questo farmacista, che il suo siero era lipemico.
Questo succede quando si vuole esorbitare dalla sfera delle proprie competenze. Lo denunci all'ordine.
Il risultato che le è stato fornito della sua trigliceridemia non ha alcun valore probativo: lo studio del pattern lipidico deve essere fatto A DIGIUNO DA ALMENO 12 ore e in ambiente qualificato, non con gli analizzatori giocattolo che usano la dry chemistry.
Cordialità,
Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 375XXX

La ringrazio gentilissimo dottore per la cortese risposta. Mi sottoporrò ad esami in ospedale per avere un corretto riscontro e non in farmacia dove sicuramente non sono qualificati . Cordialità