Utente 451XXX
Salve,

Ho 30 anni, credo di essere in buona salute, ma ieri è successa una cosa piuttosto strana. Specifico che non era la prima volta. Mi era accaduta la stessa cosa circa due mesi fa.

Ieri sera, dopo aver fatto sesso, vado a urinare e a metà circa della minzione avverto i sintomi tipici dello svenimento. Comincio a vedere le classiche stelline, debolezza estrema, capogiro. Mi stendo, la mia ragazza mi alza le gambe ed evito così la perdita di coscienza. Rimango comunque debole per un paio d'ore.

Specifico che sono un forte fumatore (15 sigarette al giorno), ho uno stile di vita sedentario, eccetto durante l'estate (con il bel tempo percorro circa 70 km in bici la settimana). La prima volta che mi è accaduto questo episodio avevo nelle gambe tre mesi di bicicletta, quindi ero discretamente in forma. La seconda volta, ciò ieri, ero in piena "fase sedentaria".

Specifico anche che la prima volta avevo mangiato pesante, ieri invece ho cenato molto leggero. In entrambi i casi, il sesso era stato fisicamente impegnativo, più del solito.

Nella mia vita mi è capitato di svenire o di evitare per un pelo lo svenimento (con la posizione subine e gambe alzate). In genere all'improvviso e senza apparente motivo. Mi sarà successo cinque volte in dieci anni. Mai, però, durante e dopo lo sport. Specifico che faccio spesso ma, ripeto, solo con la bella stagione) anche bici impegnativa, con pendenze fino al 10%.

La mia pressione, misurata il pomeriggio, è in media 110 con 65, pulsazioni 75-80.

E' preoccupante? Dovrei approfondire?

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
sarebbe bene che, prima di pensare a cause di minore importanza e dato che lei in estate svolge attività sportiva intensa, lei programmasse:
-Un ecocolordoppler cardiaco
-Un Holter ECG/24h
-Un test da sforzo massimale al cicloergometro o al tapis roulant.
Ogni sportivo deve effettuare gli eami 1) e 3) annualmente.Lei compreso.
Faccia poi sapere se vorrà.
Cordialità.
Caldarola.