Utente 128XXX
Gentili dottori,avrei un quesito da porVI:l'esito delle ultime analisi ematochimiche hanno riscontrato una lieve ipocalcemia (7,80 mg/dl).Probabilmente sarà dovuta ad un mancato apporto di alimenti che contengono Calcio (qualche pezzetto di grana e formaggio sulla pasta e nulla più...)E'la prima volta che evidenzio un'ipocalcemia!Vi elenco alcune voci degli accertamenti:Eritrociti 5,02
Emoglobina 15,4 Ematocrito 47,0 Volume Globulare Medio 93,6 Contenuto Hb MEDIO 30,7 Concentrazione Hb MEDIA 32,8 RDW 12,0 GLOBULI bIANCHI 3,7 55,2 NEUTROFILI LINFOCITI 35,9 MONOCITI 8,8 EOSINOFILI 0,1 BASOFILI 0,0 PIASTRINE 159 PCT 0,09 MOV 5,6 PDW 17,5.VES 1,PCR 0,02 FERRITINA 176 VIT B12 395 FOLATI 4,50 RAME 108 FERRO 91 TRANSFERRINA 177.TIROIDE OK!SICCOME HO EFFETTUATO LA VISITA DA UN COLLEGA GASTROENTEROLOGO (PER SOSPETTA CELIACHIA )LUI MI HA CONSIGLIATO DI EFFETTUARE UN NUOVO PRELIEVO(FRA UNA SETTIMANA) PER MONITORARE L'EVENTUALE RIALZO DELLA CALCEMIA DOPO AVER INTRODOTTO ALIMENTI RICCHI DI CALCIO.IO,GLI ESAMI LE HO EFFETTUATE UNA SETTIMANA Fà,E FRANCAMENTE NON CREDO CHE UN NUOVO PRELIEVO RIAVVICINATO POSSA ESSERE MOLTO UTILE...VOI CHE NE PENSATE?RINGRANZIANDOVI ANTICIPATAMENTE,VI PORGO CORDIALI SALUTI.

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Personalmente nel mio percorso diagnostico non valorizzo mai eventuali minime alterazioni degli esami di laboratorio, a meno che non si riconfermino ad una monitoraggio successivo. Condivido quindi quanto detto dal suo medico. Cordiali saluti.
Mauro Granata
Mauro Granata