Utente 131XXX
Preg.mo dottore,
Gradirei sapere se il trattamento prolungato di integratori omega3-6-9 ha effetti controproducenti sull'organismo. Nel breve periodo sono riuscito ad abbassare i livelli di colesterolo totale (da 229 a 191)ed LDL (da 163 a 140) oltre ai trigliceridi (da 127 a 68).
Ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta

28% attività
8% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, l'uso degli omega-3, non solo è scevro di pericoli, ma è auspicato per tutti proprio in virtù degli effetti benefici esplicati. Bisognerebbe assumerli a dosi da 2,5g a 3g/die.
Dipende tuttavia dal tipo, infatti in commercio se ne trovano con diversi gradi di purezza che non li rendono tutti uguali.
Io ne sono un fautore e li assumo già da diversi anni.
Continui tranquillamente, quelli che ha constatato sono solo la minima parte dei benefici ottenuti.
Molto Cordialmente
Dott. Mario Manunta
Senior Clinical Diabetologist

[#2] dopo  
Utente 131XXX

Egr. dr. Manunta
Grazie mille per la risposta chiara e precisa,
intendo comunicarLe che gli integratori che sto assumendo sono omega 3-6-9 ditta Phoenix della linea LongLife, confezione da 50 perle (ne prendo una al giorno).
Vanno bene?
Graze ancora e Buone Feste

[#3] dopo  
Dr. Mario Manunta

28% attività
8% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2003
Gli Omega 3 sono costituiti da una lunga catena e chiamati EPA e DHA e sono indispensabili all’uomo. Si distinguono in due categorie; gli EE (Esteri Etilici) che derivano da un processo fisico di distillazione molecolare, che consente di ottenere un prodotto puro, concentrato e non contaminato; e i TG (Trigliceridi ricostituiti) derivati da un processo chimico di rilavorazione degli acidi grassi che ne compromette la purezza e la qualità. Da quanto intuibile gli "EE" sono di gran lunga superiori agli altri, anche in termini di effetti benefici. La loro qualità dovrebbe essere certificata dall'International Fish Oil Standard (IFOS) che conferisce un punteggio in base alla purezza, intesa come assenza di contaminanti e al grado di ossidazione. Questo programma di certificazione, svolto da un Ente Indipendente, adotta a garanzia del consumatore i criteri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e del Council for Responsible Nutrition.
Qualora volesse approfondire:

http://www.nutrasource.ca/NDI/DiagConsumer.aspx

Sperando di esserle stato utile, le invio i miei più Cordiali Saluti
Dott. Mario Manunta
Senior Clinical Diabetologist

[#4] dopo  
230042

Cancellato nel 2016
Gentile Signore, l'uso degli omega-3, non solo è scevro di pericoli, ma è auspicato per tutti proprio in virtù degli effetti benefici esplicati. Bisognerebbe assumerli a dosi da 2,5g a 3g/die.
Dipende tuttavia dal tipo, infatti in commercio se ne trovano con diversi gradi di purezza che non li rendono tutti uguali.
PUR CONDIVIDENDO L'INIZIALE COMMENTO DEL COLLEGA FACCIO ALCUNI DISTINGUO :
A MIO PARERE L'ASSUNZIONE DI OMEGA 3 HA DATO UN OTTIMO RISULTATO SE ACCOMPAGNATO DA UN ADEGUATO APPORTO DIETETICO .
IL RISULTATO E' BUONO MA NON TRASCUREREI LA PRATICA SPOTIVA ANCHE NON AGONISTICA PER RIDISTRIBUIRE MEGLIA LE PROTEINE ASSUNTE PER IL MIGLIOR BENESSERE FISICO .

DR. ROBERTO MUCCI
SPEC. IN MEDICINA DELLO SPORT E CARDIOLOGIA
NUTRIZIONISTA E MEDICO DI SQUADRA PALLACANESTRO E CICLISMO .
www.robertomucci.it
tel. 348 2723336
Mucci Roberto laurea Bologna Cardiologia Med Sport Master in Angiologia idoneità Sportive 3482723336