Utente 170XXX
Salve.
Sono un uomo di 44 anni,grande obeso in dieta,due anni fa pesavo 170 kg e ora 126, diabetico fumatore. da diverso tempo soffro di diversi disturbi quali capogiri, intorpidimenti che partono da dietro la testa e scendono fino alle caviglie, sempre "nella parte posteriore" del corpo, e a volte improvvise sensazioni di "spostamento" anche soltanto con un minimo movimento della testa o guardando oggetti prima lontani poi vicini.Alcuni giorni fa questa sensazione mi portò fino a uno svenimento dove battei violentemente la testa, rimanendo senza conoscenza per, presumo, alcuni minuti (Vivo solo, e non era presente nessuno. Il giorno successivo mi recai al PS dove mi ricoverarono per cinque giorni,dimettendomi dono alcuni esami (ECG, TAC cranio, esami sangue ecc ecc)dove dalla lettera di dimissioni non risultava nulla di rilevante, prescrivendomi la terapia che seguivo (Micardisplus, Sereupin 1 al di, cardioaspirin 1 al di, Metbay 500 mezza compressa prima dei pasti principali). Sono ancora in attesa di copia della cartella clinica.Successivamente, non sentendomi ancora bene(Capogiri,ansia.)fui condotto ancora al PS dove i medici, dopo l'ECG hanno escluso con molta probabilità cause gravi,dal sangue risultano di poco fuori norma globuli bianchi e proteina C reattiva, ma di fatto ancora non mi sento bene.Qualche tempo fa spesso vedevo come una"stellina"semitrasparente che distorceva la visione al punto che non riuscivo a scrivere o fissare un oggetto, ma dalla visita oculistica eseguita a Maggio c.a. risulta tutto regolare.Sempre a Maggio ho fatto un holter,e sono risultate alcune extrasistoli, ma il medico non ritiene sia il caso di preoccuparsi. Il 26 Agosto avrò un altro holter e il 30 una visita ORL per una eventuale labirintite o otolitiasi.Ogni tanto avverto come una sensazione di "tonfo" al centro del petto, come fosse qualcosa di cardiaco e le stesse sensazioni che mi portarono allo svenimento, ma meno incisive....
Il Sereupin lo prendo perchè soffro di attacchi di panico,e il medico propende che possa essere questo a originarmi questi disturbi....Di fatto però continuo a stare male....
Vi ringrazio sentitamente, e sono disponibile ad eventuali chiarimenti.

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La condizione che descrive è troppo complessa ed intricata per poter essere affrontata in questo contesto virtuale. E' quindi necessario che lei si affidi ad un collega internista che deve diventare il "regista" della gestione della sua salute coordinando i vari specialisti via via necessari a trattare le varie patologie di cui è affetto. Cordiali saluti.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 170XXX

Grazie per la Sua risposta, Dottore, è sato molto gentile.

In effetti,è la stessa sensazione dei medici che mi hanno visto sin'ora, una situazione molto complessa.
Per mancanza di spazio non ho scritto che ho fatto, sempre a Maggio, un ecocolordoppler ai tronchi sovraortici, che risultano parzialmente ostruiti, ma lo specialista ha valutato che la pervietà comunque c'è, e il mio medico ritiene che da Maggio ad oggi non si possa parlare di ostruzione, e dice che a suo parere non è il caso di un altro controllo al momento.
Un altro sintomo di cui gli ho parlato, circa la sensazione di mancanza d'aria, è che specialmente all'atto dell'addormentamento, ma sufficientemente sveglio, la respirazione sembra fermarsi, scaricando tutta l'aria, come un pneumatico che si sgonfia, e quando sono "vuoto" avverto di dover respirare "a forza", cioè volontariamente,anzichè essere un'operazione automatica, quasi come se, mi perdoni il termine, ci fosse un problema a "Commutare" dalla modalità Sveglio a Sonno.
Ammetto, poco scientificamente, di provare un certo timore, nonostante il mio medico mi tranquillizzi...
Grazie di nuovo, Dottore.