Utente 186XXX
Salve, sono un ragazzo di 24 anni e due settimane fa circa mi si è gonfiata la ghiandola sudoripara sutto l'ascella sinistra (è successo durante la notte). Ora è grande poco meno di una noce, al tatto è molto dolorosa e a volte mi prude. Il mio medico curante mi ha prescritto un antiinfiammatorio a base di bromelina, che però dopo una settimana non ha prodotto effetti. Specifico che non ho febbre o altri sintomi oltre al dolore sotto il braccio, però c'è questo: sono un consumatore abituale di cannabis. Fumo un paio di spinelli al giorno da più o meno 4 anni e un paio di sigarette. Credevo che la cannabis avesse effetti antiinfiammatori, ma volevo sapere se il rigonfiamento può essere dovuto a questo e se può peggiorare o degenerare in qualcosa di più grave. Ho già prenotato comunque una radiografia come consigliato dal mio medico. In attesa di una risposta vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Senza un visita non è possibile fre un diagnosi differenziale tra una IDROSOADENITE (delle ghiandole sudoripre) o se si tratta di un linfonodo REATTIVO (=i linfonodi reagiscono INGROSSANDOSI). La diagnosi è clinica
e può avvalersi di un approfondimento ecografico e quindi non ravvedo l'utilità di>>Ho già prenotato comunque una radiografia come consigliato dal mio medico>>

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 186XXX

Bene, allora nel frattempo ho fatto l'ecografia, questo l'esito: "in sede di cavo ascellare sx, in corrispondenza della tumefazione obiettivabile, si rileva la presenza di conglomerato linfoadenomegalico con maggiore dei linfonodi delle dimensioni dei mm 37 con caratteristiche anche necrotico-colliquative. L'aspetto linfonodale termale di tipo flogistico reattivo, è indicato tuttavia monitoraggio a stretto controllo."
Ho una piccola ferita sulla mano, che mi sono procurato tagliando dell'hashish, probabilmente non proprio puro, e che pare essere la causa dell'infezione. Adesso sono sotto antibiotico da 3 giorni e mi chiedevo se continuare a fumare (marijuana di casa, quindi senza impurità), a parte l'interazione con l'antibiotico può in qualche modo alimentare l'infezione. Mi scuso per l'insistenza ma mi trovo un po' in difficoltà a parlarne direttamente al medico. La ringrazio di cuore, saluti e buon lavoro!