Utente 377XXX
salve c'è un mio zio affetto da un tumore alla gola che è da 15 giorni che non riesce a defecare, ha provato un infermiere a casa con una sondina ma non ci sono stati grandi risultati, oggi è stato portato in ospedale e gli è stato detto alla figlia dopo essersi sottoposto a dei raggi che è pieno di feci fino alle schiena e che è non si peteva operare perchè erano pochissime le speranze di sopravvivere all'intervento.
Ora mi chiedo cosa si deve fare? possibile che non ci siano altre cose da fare per salvarlo da un'infezione imminente che lo ucciderà? esiste qualche centro adatto?. grazie

[#1] dopo  
Dr. Francescopaolo Cardia

20% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
gentile utente,
quello che lei racconta sembra assurdo!!!
non ho difficoltà a credere che suo zio non defechi da 15 giorni e immagino il disagio e i disturbi, ma, la prego! come si fa a credere che nella sua città non ci sia un bravo infermiere, magari che ha un'esperienza in reparti di rianimazione, che sappia praticare una divulsione anale anche a domicilio? In questi casi si deve necessariamente asportare dall'ampolla rettale tutti i fecalomi disidratati che si riescono a raggiungene con le dita ben guantate e poi, con sonde ed iniezioni dentro la massa fegale di olio di vaselina, clismi idratanti la massa fecale procurare una evacuazione che consenta poi di ricanalizzare il paziente. fatto questo poi, l'altra cosa molto importante è evitare che capiti di nuovo: non c'è più nessuna funzione di evacuazione da conservare e preservare in un paziente che ormai l'ha persa; non si lascia il paziente per più di 48 ore senza abbia fatto una sufficiente evacuazione. questo lo si fa utilizzando anche a giorni alterni i microclismi evacuativi per adulti (anche due tre alla volta). Il rischio è l'occlusione intestinale e, in caso di complicazione rapida addirittura il decesso.
io spero di essere stato chiaro e soprattutto in qualche modo utile.
cordiali saluti.

p.s. se avete bisogno di una spiegazione di quello che ho scritto a voce mi potete contattare anche telefonicamente.

[#2] dopo  
Utente 377XXX

forse mi sono spiegato male l'infermiere è andato a casa da mio zio ma non è riuscito a risolvere niente con la sondina.
ora è ricoverato in ospedale stanno provando con delle flebo di non so cosa all'interno, ma hanno detto chiaramente che un operazione chirurgica per esportare le feci equivarebbe a farlo morire.