Utente cancellato
Buongiorno,
nei limiti del consulto on-line vi espongo il mio/i miei problema/problemi e chiedo un vostro parere.
Molte volte (circa 5-6 volte al giorno ed ogni volta per 20-25 minuti) percepisco senso di contrizione al torace, fitte all'interno del torace (intecostali e localizzate pressochè verso il centro dello sterno ed anche intercostali localizzate verso la spalla dx per intenderci) associate a "senso di mancamento come se il mondo si arrestasse e la luce tendesse a spegnersi". molte volte le fitte si irradiano all'interno del collo.
Dopo aver fatto un ECG sotto sforzo a gennaio 2012 (tutto in norma) e dopo aver eseguito un Rx Torace in norma risalente a circa 1 anno fà (sono già prenotato per un TC torace con mdc) continuo a manifestare questi sintomi.
In aggiunta (molte volte durante la giornata) il senso di costrizione è associato a bruciore all'interno del corpo: come se al mio interno ci fosse un calore sprigionato da un bruciatore di una caldaia.
A livello sensitivo, inoltre, pare quasi che il cuore "si muova per i fatti suoi" tentando di ripristinare la normalità.
Esame sangue TSH tutto ok.
Consigli in merito?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr.ssa Provvidenza Fodale

24% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
La sintomatologia che Lei riferisce potrebbe ascriversi a diverse cause, non solo cardiache. Ha studiato il tratto esofageo? E' portatore di ernia iatale? Sono state escluse cause osteoarticolari (in particolare, legate a problemi della colonna vertebrale)? Si faccia risentire
Dr.ssa Provvidenza Fodale

[#2] dopo  
235218

dal 2012
Innanzitutto grazie per la risposta.
Si la gastroscopia ha evidenziato ernia iatale da scivolamento di 15mm.
La RMN rachide ha evidenziato tre ernie discali che però non interessano il torace (L3-L4;L4-L5;L5-S1).......

[#3] dopo  
Dr.ssa Provvidenza Fodale

24% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
la presenza di ernia iatale potrebbe essere responsabile almeno di parte della Sua sintomatologia. Provi con una terapia mirata al controllo di questi sintomi come se ne fossero una conseguenza (consulti un internista od un gastroenterologo che la visitino accuratamente)
Dr.ssa Provvidenza Fodale

[#4] dopo  
235218

dal 2012
Rinnovo il mio grazie.