Utente 276XXX
Salve a tutti,
4 giorni fa subito dopo essere entrato a scuola, inizia a stare male, stanchezza alla gambe e giramento di testa.
Dopo aver atteso un pò di tempo chiamai a mio padre e mi feci portare a casa e subito dopo al pronto soccorso per degli accertamenti.
Fui sottoposto a 2 tipi di elettrocardiogramma e al prelievo del sangue e gli esami non mostravano nulla di preoccupante. Gli esami del sangue gli avevo già fatti 1 mesetto prima per un fastidio alla gola derivato dal reflusso e dalla troppa acidità dello stomaco e anche in quel caso tutto era nella norma, anche il cuore.
Da 4 giorni ho mal di stomaco, a volte ho bruciore sotto la gabbia toracica, per buona parte della giornata ho un bruciore al petto a sinistra ed anche un fastidio al braccio sinistro che parte dal bicipite ed arriva alcune volte fino al mignolo.
Inoltre, da 3 giorni ho la febbre che però rimane costante e va da un minimo di 36,6/36,7°C ad un massimo di 37,1°C.
Sinceramente inizio a preoccuparmi leggermente perché avere una febbre così bassa ma che permane da 3 giorni non è molto normale e poi questo fastidio al petto nella parte sinistra mi fa pensare a vari problemi cardiaci.
Il medico di famiglia mi ha detto che dai risultati dell'elettrocardiogramma non risulta nulla di preoccupante ( ma non mi fido molto ) e non ci sono neanche infiammazioni di rilievo ma potrebbe essere un virus intestinale che ha interessato lo stomaco.
Questo bruciore/dolore al petto potrebbe essere conseguenza di un malessere dello stomaco? Questo malessere potrebbe derivare dall'ansia che mi viene solo al pensare di avere qualcosa di grave? L'ultima misurazione della pressione dava il valore massimo a 110 ma devo ammettere che al momento della misurazione ero molto agitato e il battito aumentò.
Spero in una vostra risposta al più presto...

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Le sindromi funzionali rappresentano sempre diagnosi di esclusione. In pratica prima di concludere che un sintomo dipenda dal'ansia è necessario, anche alla tua giovane età, completare un percorso diagnostico utile ad escludere eventuali cause organiche. Ritengo perciò utile per quanto riguarda la tua condizione completare l'iter diagnostico con una esofagastroduodenoscopia e un ecocardiogramma. Ciao
Mauro Granata