Utente 185XXX
Buongiorno a tutto lo Staff di Medicitalia,

Ho 51 anni e sono qui a sottoporvi un consiglio (ed una eventuale diagnosi ) in merito ai valori ematici che da tempo mi sono riscontrati e sussistono.

I valori irregolari sono i seguenti :

- Transaminasi Got 45 ( range 0 – 37 )
- Transaminasi Gpt 62 ( range 0 – 45 )
- Gamma GT 97 ( range 0 – 55 )


- Cpk 193 ( range 0 - 171 )

- Colesterolo Totale 300 ( range 100 – 200 )

- Trigliceridi 169 ( range 50 – 150 )


Premetto che anni addietro ( da come si puo’ facilmente evincere ) mi è stata
Riscontrata da un internista una dislipidemia.
Si tentò di curarla con il provisacor che
“ asfaltò “ il colesterolo portandolo a 180 ma innalzò le transaminasi ( che tali sono rimaste ) ed il cpk sicchè il provisacor venne sospeso ( parlo tuttavia di circa due anni fa ).


Non avendo mai avuto valori alterati che attengono al fegato ( e al cpk ) non comprendo per quale motivo gli stessi si sono mantenuti tali.

Mi sono rivolto al mio attuale medico curante che si è limitato a dirmi : “ l’importante è che i valori del fegato rimangano così e non si innalzino ancora ; per quanto riguarda la dislipidemia mangi meglio che puo’ “.

E’ chiaro che mi recherò alla ASL chiedendo la sostituzione del medico. La risposta è da bimbo di IV elementare.

Chiedo a voi una sorta di diagnosi ( e consigli ) precisando che attualmente sto assumendo :

- 4 compresse di Eskim al giorno ( che hanno avuto buon effetto sui trigliceridi i quali giunsero a 400 ed ora sono fuori norma ma di poco..)
- Mezza compressa da 150 mg a giorni alterni di zyloric ( questo considerato che l’uricemia sfiorava 10 ed ora è “ a norma “ ) .

La terapia suindicata è in atto da due anni circa.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
I valori (lievemente) elevati delle transaminasi possono essere legati anche a steatosi (fegato grasso) che si può realizzare in corso di iperlipemia (utile verifica ecografica).

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it