Utente 113XXX
Salve,
oramai è più di un mese che ho sempre la temperatura 37, misuro la febbre con un classico termometro ascellare a mercurio per circa 5 minuti. Noto che verso la tarda mattinata (12.00 - 13.30) la mia temperatura si stabilizza sui 37 gradi e così rimane fino alle 20-21 dopo di che scende 36.6, 36.7 così come al mattino.
Sono stato varie volte dal medico curante che mi ha detto di non preoccuparmi che 37 non indica febbre, vorrei capire se temperatura 37 è da considerarsi febbre o una temperatura normale.
Per favore potreste darmi risposte ne ho davvero bisogno questa storia mi sta letteralmente distruggendo e le varie ricerche in internet non aiutano in quanto sono poco chiare.
Vi ringrazio infinitamente in anticipo.
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Matteo Preve

44% attività
0% attualità
16% socialità
CONCESIO (BS)
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
1) la temperatura corporea dai 37.0° ai 37,3° é da considerarsi nella norma e tale variazione rientra nella normalitá di una variazione fisiologica della temperatura corporea. Quando la temperatura é superiore ai 37.3° allora si puó parlare di febbre. La sua variazione rientra nella norma delle variazioni di temperatura corporea che tende a modificarsi nel corso della giornata (ad esempio anche in relazione al movimento che produce calore, si alza la temperatura, ed altri fattori, ambientali ed individuali)
2) la temperatura come altri sintomi fisici vanno valutati insieme all'esame medico ed insieme ad altri sintomi o segni clinici di malattia.
Cordiali saluti.
Dr. Matteo Preve
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia Cognitiva