Utente 212XXX
Buongiorno gentili Dottori,

vorrei esporvi brevremente la mia situazione, ho sempre sofferto di Ernia Iatale (2cm) molto fastidiosa,continui reflussi tachicardia e spesso difficoltà di digestione. Onestamente parlando non ho mai fatto una cura vera e propria ma prendevo al bisogno l'omoprazolo. Da tre mesi a questa parte la mia vita è radicalmete cambiata, una sera di 3 mesi fa ho accusato un forte dolore toracico di notte ma, abituato all'ernia che mi ha sempre dato sintomi simili, non me ne sono realmente preoccupato e sono andato avanti a dormire. Il giorno dopo però ho notato un cambiamento nel mio fisico, avevo la bocca amara e non avevo appetito, continui giramente di testa, il cuore ha iniziato ad avere un brusco rallentamento dei battiti e la pressione è scesa (questo inverno ho avuto dei picchi ipertensivi per un accumulo di stress) . da quella sera in poi è iniziato il mio calvario, preoccupato per una patologia cardiaca(visto il grosso cambiamento del battito in seguito alla fitta) ho fatto ecg,eco doppler e ecg dianamico risultati nella norma. Dopodichè oltre a giramenti di testa pressione bassa e tutti gli altri sintomi ho avuto grave astenia ( difficoltà a deabulare e continui giramente di testa) quindi il mio medico di base mi ha fatto fare una visita neurologica e una RM con contrasto, risultati tutti nella norma tranne per l'artrosi cervicale. In tutto questo non digerisco quasi più niente e per 2 mesi ho avuto le feci poco formate e maleodoranti, gola secca costante. Ho visto il mio corpo radicalmente cambiato,questo mi ha portato ad una forma di depressione che sto affrontando con uno psichiatra. Ieri Ho fatto un visita dal Gastroenterologo che mi ha suggerito di rifare una Gastroscopia, e mi ha detto che la diminuzione dei miei battiti e della pressione potrebbe essere dovuta all'infiammazione del nervo Vago vicino allo Stomaco.
Secondo voi potrebbe essere verosimile? quali altre patologie possono portare a questo tipo di disturbi? nel caso fosse il nervo Vago cosa potrei fare?
Vorrei che la mia vita tornasse normale.

Ringrazio anticipatamente,Cordiali saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non conosco lo stato del suo rachide cervicale nè ho visualizzato le lastre, ma se ci sono protrusioni o ernie discali che stimolano il vago nel tratto cervicale penserei più a questo motivo che a una infiammazione del vago a livello gastrico, di assai discutibile esistenza.

Curi ad ogni modo, correttamente, la MRGE legata all'ernia jatale.

Cari saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 212XXX

La ringrazio molto per la risposta, ho fatto una RM che presenta una completa perdita della lordosi cervicale e evidenziava un artrosi cervicale. Il problema fondamentale è che tutti i mutamenti che le ho descritto sono avvenuti in seguito ad una grossa fitta alla bocca dello stomaco, mentre purtroppo di l'artrosi cervicale ne soffro da anni. Non so più cosa pensare,il mio corpo è cambiato in così breve tempo in peggio, ad ogni modo lei cosa mi consiglia di fare?
La ringrazio anticipatamente,
Cordiali saluti

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Rifaccia la gastroscopia: è possibile che lei abbia una infiammazione cardiale dovuta al reflusso non ben curato, nel contesto di una MRGE che funge da trigger sul vago e le procura i disturbi che lamenta.
Cordialità.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.