Utente 384XXX
Buonasera gentilissimi Dottori, oggi ho ritirato gli esami del sangue dai quali è emerso ke ho i trigliceridi, il colesterolo e la prolattina alta, il doppio della norma nonché una sofferenza epatica. Premetto ke nn bevo e sull'alimentazione stando sempre attenta alle porzioni sono piuttosto abitudinaria i miei pasti sono principalmente carne di manzo e pollo, qualke volta salame e prosciutto crudo, pasta al ragù, pomodoro, tonno. Assumo 100 mg di Lioresal al di, 120 mg di Prozac, risperdal fiala 25 ml ogni 14 gg. Volevo chiedervi se i farmaci o un farmaco in particolare tra qlli ke assumo può aver contribuito a far sballare gli esami ematici. Ringrazio fin d'ora chi di voi vorrà rispondermi e vi porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile signora,
la iperprolattinemia è legata al prozac e al risperdal.
I lipidi alti sono verosimilmente legati al sovrappeso, che sarebbe bene riducesse anche se mi rendo conto che il Risperdal è uno dei neurolettici più "ingrassanti".
Per sofferenza epatica non capisco che cosa intenda: forse le transaminasi alterate.

Se ha la bontà di copiare tutti questi valori, potrò esserle più preciso.

Cari saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 384XXX

Buongiorno, innanzitutto grazie per il suo interessamento, in effetti sono in sovrappeso da 53 kg col risperdal sono arrivata a pesare 70 kg, sarei stata ancora più grassa se la psichiatra nn mi avesse prescritto il Prozac, ma con la prolattina alta se nn mi corregge mi risulta ke sia praticamente impossibile dimagrire, infatti le diete ferree a cui mi sono sottoposta oltre a praticare attività fisica nn mi hanno consentito di perdere neppure un etto grammo. Come da Lei richiesto, Le trascrivo gli esiti degli esami: aspartato aminotransferasi 35 (0-31); alanina aminotransferasi 64 (0-34); colesterolo totale 7,36 (max 4,92) 284(max 190), colesterolo ldl 5,30 ( max2,97) 205 (max 115); gamma glutamiltranspeptidasi 43 ( max 38); pro lattina 60,1 ( 2,8-29,2). Con qsti valori secondo il suo parere dovrei farmi prescrivere dei farmaci per riportarli a livelli normali? Il mio medico di base mi ha risposto ke siccome c'è una sofferenza epatica nn mi può prescrivere nulla, inoltre dovrei farmi sostituire il risperdal e il Prozac? Le porgo i miei più cordiali saluti.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Cara Signora,
l'aumento della prolattina è inevitabile con quasi tutti gli psicofarmaci che hanno azione antidopaminergica: è un effetto prevedibile e conosciuto. Ma la sua prolattina, ancorchè fuori range, non è elevatissima e non mi pare che possa ostacolare un dimagramento che è verosimilmente responsabile dell'aumento dei lipidi e del lieve movimento degli indici epatici.
Quest'ultimi sono appena fuori range, quindi parlare di sofferenza epatica mi pare esagerato. Probabilmente a causa del sovrappeso nel fegato si è accumulato un pò di grasso (steatosi epatica) responsabile di quei valori un pò mossi: una banale ecografia le potrà dare conferma.

In quanto alle statine, farmaci per abbassare il colesterolo, gliele sconsiglio non per "la sofferenza epatica" ma perchè sono sicuro che una perdita lenta ma costante, anche di 10 Kg, la porterebbe ad avere valori lipidici accettabili.
Quello di farsi cambiare la terapia con il Risperdal potrebbe essere un'ottima idea: ci sono molti neurolettici ugualmente efficaci ma meno inclini a farla ingrassare. Ne parli con il suo Specialista che solo conosce la sua situazione e che potrà fornirle il suo parere.
Io non posso che darle un input.

Se vuole può tenermi aggiornato.

Le ricambio i saluti con vivissima cordialità.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 384XXX

Grazie mille Dottore, nn appena avrò parlato con la specialista ke mi segue sarò ben lieta di tenerLo aggiornato. Rinnovo i miei più cordiali saluti.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Allora a presto!
Cari saluti!
;-)
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.