Utente 422XXX
Buonasera, vorrei porvi una domanda:
Mia mamma ha ves a 80, è salita negli ultimi 2/3 anni. Ultimamente notiamo una febbre a sera sui 37-37.5 e un mal di testa che passa solo con oki. Abbiamo fatto una serie di rx torace (negativo) analisi complete e risulta solo ves alta e una pnoramica dentale che risulta avere una paradontite su tutti i denti. Ha i legamenti di entrambe le scapole distrutti e sta facendo infiltrazioni di acido ialuronico. Ma non riusciamo ora a capire da dove deriva questa febre serale (37-37.5) e il mal di testa insieme a questa VES. Il neurologo ha escluso con una visita altri problemi. Qualcuno potrebbe aiutarci a capire meglio?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Ha omesso l'età di sua madre, che è un fattore anamnestico importante.
L'nnalzamento della VES è un indice sensibile ma del tutto aspecifico di infiammazione.
E da solo, senza l'ausilio di altri esami ematochimici ed eventualmente immunologici, dice poco.
La problematica alla spalla, non meglio definita, per la quale sua madre fa Acido Jaluronico, potrebbe già da sola spiegare l'innalzamento della VES.
Meno importante ai fini della VES la parodontite che però va curata essendo una fonte di batteriemia costante e pericolosa. Quindi consulti un odontoiatra onesto e capace.
Non conosco il quadro cardiovascolare di sua madre: se abbia fatto almeno un Ecocardiogramma, se il suo quadro lipidico sia nella norma, se sia o no sovrappeso. Se sia ipertesa, e se si, che cura faccia.
Lei capisce bene che con pochi dati e il limite invalicabile della distanza fare una ipotesi diagnostica è impossibile.
Infine la cefalea: nell'anziano la cefalea persistente va sempre indagata clinicamente: tuttavia poichè anche all'esame clinico neurologico possono sfuggire sintomi da patologie cerebrali in zone "mute" almeno una TC con contrasto o una RM encefalica con contrasto paramagnetico andrebbero prese in considerazione.
Parli di tutto ciò con il suo medico di fiducia e se vuole faccia sapere.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 422XXX

Mia mamma ha 77 anni, le infiltrazioni di acido ialuronico le ha fatte dopo le analisi, prima stava facendo una cura sempre per le cuffie a base di gocce di cortisone. Il quadro cardiovascolare posso dire che usa cotareg da sempre, ha una pressione arteriosa non alta ma che tende sui 120/45, il peso corporeo è di 47kg circa ed è alta 1.50 scarso.
Le ultime analisi avevano questi valori:
Transaminasi GOT: 17 su 5-40
transaminasi GPT: 19 su 5-40
Bilirubina frazionata
Totale 0.20 fino a 1.20
Diretta 0.10 fino a 0.25
Indiretta 0.10 fino a 0.75

Beta 2 microglobulina 3.0 su 0.8-2.4 (forse perché si è usato troppo cortisone?)

Lipasi 27 UI fino a 190
Ves prima ora 78 fino a 15 donne

GLOBULI BIANCHI
Neutrofili 61.2% su 50.0-70.0
Linfociti 26.1 su 30.0-50.0
Menociti 8.3 su 3.0-10.0
Eosinofili 4.2 su 0.5-7.0
Basofili 0.2 su 0.0-1.5
Neutrofili 4.35x10^3/uL 2.00-8.00
Linfociti 1.86x10^3/uL 0.80-5.00
Monociti 0.59x10^3/uL 012-1.00
Eosinofili 0.30x10^3/uL 0.02-0.50
Basofilo 0.01x10^3uL 0.00-0.20

Globuli rossi emoglobina
Ematocrito 35.5% 37.0-50.0
Mcv 80.6xum^3 80.0-100.0
Mch 27.0 pg 27.0-31.0
Mchc 33.6 g/dl 32.0-37.0
Rdw-sd 50.1 xum^ 35.0-56.0

Piastrine
Mpv 9.9xum^3 7.0-11.0
Pdw 15.7 su 15.0-18.0
Pct 0.260% su 0.108-0.360

Avevo omesso che ogni tanto di notte ha sudorazione.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Le faccio notare che ha omesso il numero di globuli rossi, il valore dell'Hb e qello delle Piastrine.
La Beta due Microglobulina può essere un indice di infiammazione e quindi il cortisone dovrebbe abbassarla non farla aumentare.
Ma è anche un marcatore tumorale, per alcune malattie del sistema linfatico.
Quindil'esame va ripetuto per verificare se si sia normalizzata o tenda a salire.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.