Utente 109XXX
Carissimi dottori, sono un ragazzo in qui l'anno purtroppo e cominciato molto male, il 16 febbraio purtroppo mia nonna è morta nello stesso giorno è cominciato il mio calvario.
Non riuscendo ha respirare mi sono recato al pronto soccorso di anzio dove mi hanno riscontrato una leggera infezione al polmone destro, nella stessa sera tornando a casa le mie condizioni sono peggiorate e sono stato costretto ad essere ricoverato per 1 settimana all'ospedale di frascati, dopo una serie di accertamenti più profondi mi è stata riscontrata una bronchite acuta e quindi mi sono state fatte delle punture al muscolo del sedere.
Dopo 1 settimana sono stato mandato a casa, parlando con il primario non avevo bisogno di alcuna cura da seguire a casa.
Sono stato a casa altri 15 giorni per riprendermi dallo stress, purtroppo sentivo in me una totale mancanza di forze in tutto, il medico di famiglia e puntualmente la sera la febbre saliva sempre a 37,5 causandomi dei malesseri e sensi di svenimento.
Sono stato dal dottore di famiglia che mi ha dato degli integratori alimentari per il benessere fisico e mentale di nome: SARGENON più della tachipirina da 1000mg da prendere 1-2 volte al giorno.
Effettivamente dopo qualche settimana avevo già ripreso la mia normale vita ma provavo stanchezza.
Tornando dal medico mi sono fatto praticamente tutte le analisi e non è risultato nulla di anomalo, ma la situazione ad oggi non delle migliori e continuo ad avvertire un fastidiodolore dietro la schiena nella parte del polmone destro, ho difficoltà ha respirare e da alcuni giorni mi fanno male le tempie oppure l'inizio della testa.
Tutto ciò mi causa stanchezza e non riesco a fare una semplice camminata, se esco di casa sto male, avverto proprio la stanchezza mentale e sembra come se avessi il fiatone dopo aver camminato per poco(ma non respiro con affanno).
Sinceramente sono 2 mesi che sto vivendo questo calvario e da 1 settimana ho dolori anche alla testa, soffro di favismo e non so come uscirne.
La mia unica fortuna e di aver avuto splenditi dottori (un rapporto paziente-dottore eccellente) che mi stanno aiutando, ma comunque non sto risolvendo.
Parlando con mia madre o paura che si tratti di qualcosa di serio e mi chiedo se dalle analisi si possibile vedere tutto, lei mi incoraggia molto e mi tiene calmo visto che sono un tipo con degli stati d'ansia.
Vi prego di rispondermi e se serve posso fornire delle informazioni più dettagliate.
Grazie.

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La normalità degli esami ci rassicura in merito alla benignità dei sintomi che riferisci. Capita a volte che dopo episodi infettivi si creino situazioni transitorie di questo tipo. Continua ad avere fiducia dei medici che ti seguono e vedrai che progressivamente recupererai il vigore di sempre. Buona Pasqua.

Mauro Granata

Mauro Granata