Utente 122XXX
Buongiorno,
Da circa 3 anni soffro di numerosi disturbi di salute. Tutto ciò che prima veniva liquidato come “un po’ di stress”, a seguito di controlli si è dimostrato invece patologico. Però credo manchi la visione di insieme e vorrei un consiglio su come muovermi, visto che il mio medico prende ogni singolo sintomo e mi manda da ogni singolo specialista...ora sì che inizio aesser stressata! Grazie per il consulto che potrete fornirmi.

Di seguito sintomi e relative diagnosi ricevute:
1) senso di oppressione al petto,fame d’aria,dolori allo stomaco,tosse secca e persistente da 6 mesi,sensazione “cuore in gola”,dolori braccio sinistro.
Per 2 anni mi son sentita dire “attacchi di panico” – dopo esami specifici riscontrati: “Importante ipertrofia dei turbinati inferiori; laringe iperedica in sede aritenoidea ed iperemica ed edematosa in sede interaritenoidea. Quadro compatibile con rinite cronica ipertrofica su base allergica e con laringite da RGE”; “Ernia jatale di piccole dimensioni. Gastropatia da reflusso”; “Gastrite cronica quiescente. HP-“
Attualmente in trattamento con Pantorc 40mg + Aerius per allergie.

2) Cefalea sin dall'adolescenza notevolmente peggiorata nell’ultimo anno. Localizzata prevalentemente in zona tempia destra o frontale o cervicale. La cefalea è quotidiana di intensità variabile (VS da 3 a 6/10) e spesso associata a vertigini fono e fotofobia.
Visita oculistica e ortottica + Campo visivo + Potenziali evocati visivi: hanno rilevato notevole peggioramento del campo visivo, ho cambiato lenti agli occhiali, PEV nella norma.
Visita odontoiatrica per sospetto alterazione ATM: no deficit ATM, mal occlusione da morso aperto.
Visita neurologica + RMN encefalo + angio RMN: rmn nella norma.Diagnosi “emicrania comune con componente tensiva cronica”
Attualmente in trattamento con terapia profilattica Betabloccanti (Inderal 40mg) + Almogran per attacchi acuti + Paracetamolo per cefalea persistente.

3) Nell’ultimo anno intenso peggioramento condizioni pelle: zona viso, collo, spalle, decolleté con molti punti neri, punti bianchi sottopelle, pustole che secernono un liquido molto denso e giallognolo, piccole lesioni cicatriziali. Quello che apparentemente nasce come “foruncolino” degenera in una vera e propria lesione molto lenta a rimarginarsi sebbene non sollecitato.
Analisi del sangue nella norma. Visita dermatologica + esami ormonali hanno diagnost Acne. Eseguito ciclo antibiotico con Bassado e crema Exfoliac. No miglioramenti.

COSA PERSISTE ORA:
-acne (peggio ultimo mese su braccia, guance e collo anche se evito sole e uso anche durante giorno crema Spf20);
-vertigini sino a uno stato di pre-sincope (soprattutto durantela guida dell’auto) con forte irrigidimento mandibolare, spesso associato a sensazione di mancanza coordinazione e intorpidimento generale;
-dolori muscolari sopratt spalle,retro collo,gambe;
-gonfiore addominale,stipsi alternata a diarrea,emorroidi che in 1 anno son tornate 4 volte.

[#1] dopo  
101588

Cancellato nel 2009
Salve,
La grande quantità di esami e visite effettuati le ha permesso di escludere la presenza di patologie maggiori. La stragrande maggioranza dei sintomi da lei elencati possono essere inquadrati come disturbi funzionali e da somatizzazione nell'ambito di un quadro di fondo ansioso-ossessivo, le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno specialista per valutazione psichiatrica.
Dr. Francesco Ursini