Utente 146XXX
Gentile Esperto
qual è esattamente il grado di diligenza e perizia richiesto al medico ecografista specializzato in ostetricia e ginecologia? Esiste un diverso grado di diligenza e perizia richiesti dalla legge tra ecografista di base ed ecografista di II livello?
Grazie per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Trattasi di un quesito molto complesso, se ha un problema specifico (responsabilità professionale) Le suggerisco di rivolgersi con tutta la documentazione ad un medico legale per un parere. In ogni caso dipende dal tipo di ecografia praticata, strumentario in dotazione, qualifica ed esperienza maturata, dalla patologia eventualmente non diagnosticata, ecc.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
non è un problema solo di "grado di diligenza" quanto piuttosto sapere se si tratta di un problema in ambito penale o civile.
Trattasi di questione diversa per cui la invito a formulare meglio il suo quesito.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#3] dopo  
Utente 146XXX

Per il dott. Golia,
sì ho già chiesto un parere al medico legale, che ha consultato tutta la documentazione clinica. E ha dato parere positivo (secondo lui c'è responsabilità).
Per il dott. Mancini,
stiamo parlando di ambito civile.



[#4] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
potrebbe specificare meglio il suo quesito?
La diligenza e/o la perizia per eseguire una ecografia dipendono chiaramente dalla preparazione personale dell'operatore ma anche dallo strumentario a disposizione e tante altre variabili per cui occorrerebbe più un magistrato che non un medico legale.
In assenza di una storia/vicenda clinica in cui collocare la sua richiesta la risposta potrebbe essere troppo evasiva.
A disposizione.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#5] dopo  
Utente 146XXX

Gentile Dottore, cercherò di fare del mio meglio.
Le cose sono andate così: una donna, all'inizio della gravidanza, si rivolge a un ginecologo di fiducia per farsi seguire durante l'intero arco della gravidanza.
Il medico in questione riceve in ambulatorio privato, a pagamento. E' specialista in Ostetricia e Ginecologia e usa le apparecchiature ecografiche presenti nello studio.
In gravidanza sottopone la gestante a 4 ecografie, di cui una morfologica (ottava, quattordicesima, ventunesima e trentunesima settimana di gestazione) senza rilevare mai nulla di sospetto.
Alla nascita, al bambino, viene invece fatta la seguente diagnosi: acrocefalosindattilia tipo I. Aspetto turricefalico della scatola cranica; occipite piatto; ipertelorismo; exorbitismo; suture coronali e lambdoide dx sinostosiche; asimmetria del cranio; cranio bifido; fossa posteriore ipoplasica con discesa delle tonsille. Tetralogia di Fallot, sindattilia completa delle 4 estremità.

Come minimo, trovandosi di fronte ad un disastro del genere, ci si chiede cosa sia potuto succedere durante quelle ecografie.
Spero di aver reso l'idea della situazione.

[#6] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent.mo Utente,
ha reso perfettamente l'idea.
Fermo restando che il parere presente sia basato su dati parziali ritengo che nel caso in esame non sembrano sussistere differenze tra la capacità diagnostica sia di ecografista di base o ecografista di altro livello professionale.
La differenza di capacità diagnostica (è meglio esprimersi in questi termini piuttosto che in termini di diligenza, termine da lasciare ai magistrati nella loro opera giudicante) si basa sulla esperienza individuale del medico, sulla apparecchiatura in uso, sugli eventuali corsi specifici di formazione, sulla quantità di ecografie effettuate. Il caso appare più orientato verso la capacità diagnostica del medico piuttosto che sulla sua capacità di indirizzare il soggetto ad altra struttura o piuttosto che rendersi conto della necessità di approfondire le indagini.
Data la sua richiesta si deduce che vi sia stato già un giudizio ben preciso della questione sotto il profilo giuridico.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#7] dopo  
Utente 146XXX

Gentile Dott. Mancini, voglio ringraziarla innanzitutto per la cortese disponibilità e per la sua risposta.
Vengo adesso al nocciolo della questione, ragion per cui ho chiesto un parere in questo sito.
E' vero che gli ecografisti dislocati in tutto il territorio nazionale (di solito chiamati di I livello) non sono tenuti ad "accorgersi" di questo genere di anomalie? E' vero che sono tenuti a valutare l'anatomia fetale solo in modo "grossolano" senza approfondire?
Lo standard poco severo delle linee guida SIEOG li solleva da ogni responsabilità?

[#8] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent. Utente,
la descrizione da lei fatta del quadro lesivo del feto è tutt'altro che irrilevante.
Credo di essermi fatto capire. Ma in assenza di valutazione diretta della documentazione ogni altra parola potrebbe essere sciocca ed irrilevante.
Buona giornata
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#9] dopo  
Utente 146XXX

Ha perfettamente ragione.
Grazie per la sua attenzione.