Utente 152XXX
Egregi Dottori, lo psichiatra dell’ ASL presso in quale sono in cura, mi ha rilasciato un certificato nel quale c’è scritto, Il Signor . . . . . . . . . , risulta affetto da:
Disturbo dell’adattamento cronico – NAS – che comporta una condizione di estremo disagio esistenziale.
Vorrei chiedervi se ci sono gli estremi per poter presentare la domanda di invalidità con l’obiettivo di poter raggiungere il 46% di invalidità.

Con questo certificato potrei “ottenere” il codice 2209 oppure il 2302? O qualsiasi altro codice che mi dia una speranza di poter “agguantare” il 46 %?

Grazie per la risposta. Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
A mio parere potrebbe anche raggiungere il 46%, presenti anche la domanda di L. 68 (collocamento mirato al lavoro) e se ha altra documentazione di altre eventuali patologie Le esibisca alla commissione invalidi.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 152XXX

Salve Egregio e Gentile Dottor Golia . . . la ringrazio per la risposta e i consigli.
Sto per presentare la domanda, anche confidando sul fatto che secondo Lei potrei raggiungere il 46 %;
ma, Le chiedo scusa per la mia fisima,
il cod. 2302 riconosce fra il 41 e il 50% ma la patologia è:
- esiti di sofferenza organica accertata strumentalmente che comporti gravi disturbi del comportamento . . . . e, da ignorante di medicina, mi pare di capire che io non centro nulla con questo codice.

Un altro cod. che va dal 41 al 50% è il 2209 che corrisponde alla patologia di:
- “sindrome depressiva endogena media”,
a tal proposito ho chiesto ai suoi colleghi medici psichiatri (che rispondono nel sito) se in base al referto in mio possesso se per uno psichiatra sono depresso o non lo sono e mi è stato detto (fra le altre cose) che “un disturbo dell'adattamento non è una depressione endogena, di qualsiasi grado”.

Controllando la tabella (lo so! è una cosa che non devo fare, ma, purtroppo è più forte di me) ho allora visto, da profano, che gli unici due codici dove potevo (in base a quello che credo io) essere “inquadrato” per poter avere il 46 % erano solo questi due . . . . . quindi . . . . . Lei è sempre dello stesso parere che potrei farcela ?

Per quanto concerne altre possibili patologie presenti, soffro di allergia (rinite e congiuntivite) ai pollini però non cronica ma stagionale.

Cordialità

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Le tabelle sono vecchie di 20 anni e non tutte le patologie sono presenti ed è in corso l'aggiornamento.
Spesso si mette il codice più simile come punteggio e nel suo caso sarà così.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona