Utente 568XXX
Gentili dottori, nel 1998 sono stato operato di ernia discale L5-S1 ed essendo oggi in possesso del seguente certificato medico: “Il paziente presenta lombalgia recidivante, limitazione funzionale del tronco di grado moderato e dolore dorso lombo sacrale accompagnato da parestesie e facile affaticamento. Ipostenia degli arti inferiori. Presente inoltre riduzione dello spazio L5 – S1 con segni di spondilosi, indice di peggioramento patologico.”
Vorrei chiedervi se questo certificato può fruttarmi una percentuale di invalidità civile e più nello specifico se potrebbe essermi riconosciuto il cod. 7010

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

la voce tabellata 7010 è l'anchilosi del rachide lombare, ovvero la completa assenza dei movimenti; la valutazione va dal 31% al 40%
non è il suo caso, perché la limitazione funzionale del tronco è di grado "moderato"

secondo me, se non vi sono altre patologie di rilievo, difficilmente potrà raggiungere tale valutazione

naturalmente, un giudizio più preciso può essere dato solo con la visita medico-legale, per rilevare l'effettiva menomazione della sua colonna vertebrale.

invalidità civile
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-legale-e-delle-assicurazioni/178/legge-104-92-l’handicap
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=86486
http://www.medico-legale.it/invalidita'_civile.html
http://www.medico-legale.it/handicap_legge_10492.html

tabella delle menomazioni
http://www.handylex.org/stato/d050292.shtml


Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 568XXX

Grazie mille per la risposta, genti.mo Dr. Corcelli!

mi scusi, ma a parte il NON possibile cod. 7010, il certificato in mio possesso e le mie problematiche legate alla schiena, potrebbero fruttarmi (con altro cod.) una percentuale che sia almeno superiore al 10% in maniera tale che possa essere conteggiata con altra patologia e arrivare al 46% (ho letto che se si tratta di due organi diversi quelle che non superano il 10% non vengono calcolate, quindi se x caso mi “catalogassero” col cod. 7007 – spondilolisi al 7% - non mi varrebbe a nulla).

La ringrazio ancora per la sua disponibilità.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
mi scusi, ma veramente non ho capito la sua domanda
a quale altra patologia si riferisce oltre a quella del rachide lombare?
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 568XXX

Purtroppo ho un’ipoacusia neurosensoriale, Dr. Corcelli;

e, “studiando” la tabella delle menomazioni uditive ho visto che posso ottenere un punteggio intorno al 35%,
vorrei dunque sapere se il certificato dello specialista dell’ Ospedale Pubblico potrebbe farmi avere quel tanto che basta (e quindi minimo un 15/20 %) affinché possa arrivare a varcare la soglia del 46%.

ps: dopo la sua prima risposta però, temo che il certificato e le problematiche della mia schiena non potranno rendermi alcuna percentuale di invalidità,
visto che per ottenere dal 31 al 40% si deve essere in presenza di completa assenza di movimenti.

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
se è vero che la sua ipoacusia è valutabile 35%
c'è probabilità che associando la patologia del rachide si possa arrivare al 46%, che è la soglia minima per avere diritto al collocamento protetto
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#6] dopo  
Utente 568XXX

Salve Dr. Corcelli,

mi scusi, ho ricevuto il verbale della visita invalidità civile,
alla voce: marcata ipoacusia bilaterale, mi è stato asegnato il codice C.T., vorrei sapere cosa vuol dire, visto che questo C.T. non lo trovo da nessuna parte?


Mi è stato poi riconosciuto il cod. 2205 ma a me uno psichiatra della' CSM nel mese di luglio mi ha fatto un certifcato di depressione endogena media

i problemi alla schiena non li hanno considerati perchè hanno scritto: deambulazione nella norma.

Domando dunque cosa vuol dire quel C.T. dell' ipoacusia e se posso fare ricorso per via del certificato di depressione endogena media o se mi conviene lasciar stare se non quelli mi tolgono anche il 48% che mi hanno già dato.

Nota: faccio presente che la mia ipoacusia, così come indicato nel certificato da loro fatto è veramente marcata

[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
il codice 2205 corrisponde a SINDROME DEPRESSIVA ENDOREATTIVA MEDIA, quindi rispecchia quanto le era stato certificato dal suo psichiatra (depressione endogena media).
Non conosco il codice C.T. ; chieda all'ASL.

Se le hanno dato il 48%, secondo me è una buona valutazione.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#8] dopo  
Utente 568XXX

mi perdoni Dottor Corcelli ma,
col codice 2205 vine riconosciuta depressione endoreattiva media con la percentuale del 25%

invece la depressione endogena (non endoreattiva) media corrisponde al cod. 2209 con percentuale dal 41 al 50%
e nel ceritificato adesso in mio possesso lo psichiatra ha scritto: Depressione endogena media con tratti schizoidi di personalita.

Per questo ho chiesto se, poichè dal mese di luglio ho il certificato che attesta la mia depressione endogena, se mi conviene o meno far ricorso;

ricorso che vorrei anche fare per via del mio problema alla schiena: come è possibile che se lo specialista dell'ospedale pubblico attesta che ho problemi, la commisisone senza visitarmi, ripeto, senza visitarmi, affermano: deambulazione nella norma e non mi riconoscono nulla!

Sulla schiena non sono sicuro del ricorso ma sulla depressione endogena si.


C.T. può essere per caso una sigla che rimanda a qualcosa?

La ringrazio ancora per i chiarimenti

[#9] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
le ribadisco la mia opinione già espressa alla replica #7

del resto, anche fare ricorso per avere più del 48%, considerando che difficilmente arriverebbe al 74%, non le servirebbe a nulla
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#10] dopo  
Utente 568XXX

Quindi, Egr. Dr. Corcelli, avere 50 o 70% ai fini di un concorso con riserva di posti o assunzioni in grandi
Ditte o nelle graduatorie delle categorie protette nei Centri per l’impiego, è la stessa cosa? sa, se non ricordo male al Centro per l’ impiego mi sembra che mi avevano detto che più è alta la percentuale migliore è il posto il graduatoria e quindi le relative possibilità.

Escludendo ad ogni modo che farò ricorso, l’aggravamento mi conviene comunque farlo (non per il 74% ma ai fini della ricerca di lavoro)? . . . . . visto il certificato di depressione endogena e dell’aggravamento uditivo (non molto ma comunque esistente).

Faccio inoltre presente che ho già avuto il 48% a seguito di una precedente domanda di aggravamento, quindi non so se sia possibile ripresentare nuovamente la domanda di ulteriore aggravamento.

Nello scusarmi per il disturbo, Gent.mo Dr. Mario Corcelli, la ringrazio ancora per i suoi cortesi chiarimenti.

Cordialità