Utente 390XXX
egr.medici,
mia sorella (61 anni) ca. un mese fa a seguito di dolenzia al seno sx e dopo ecografia ed esame bioptico ha saputo di avere un nodulo maligno( ca 3cm); venerdi' scorso e' stata operata con asportazione totale del seno e dei linfonodi ascellari ed ora e' in attesa dell'istologico per la cura chemioterapica e/o radioterapia.
Lo scorso ottobre si era sottoposta a mammografia (screening) in una clinica privata che era risultata negativa; mia sorella mi ha detto che durante l'esame rx il tecnico che eseguiva l'esame l'aveva informata che la macchina aveva dei problemi e infatti tutti quelli che c'erano dopo di lei sono stati mandati a casa perche' la macchina non funzionava piu'.
Ora domando:
ma e' possibile che a ottobre scorso non si sia visto niente con la
mammografia?(nodulo ca 3 cm)
e' possibile un errore di chi ha letto i raggi x?
e' possibile che la macchina era difettosa e non ha fatto i raggi bene?
si puo' agire in qualche modo?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

il Suo quesito riguarda l'eventuale sussistenza di colpa medica nell'esecuzione e/o refertazione di un esame mammografico effettuato per screening, successivamente al quale è stata riscontrata ecograficamente, cinque mesi dopo, una formazione nodulare neoplastica.

A tal fine, a mio parere, sarebbe in primo luogo necessario poter disporre del radiogramma in questione (quindi l'interessata potrebbe richiedere l'originale in visione, oppure una copia, dato che i radiogrammi possono essere duplicati).
Il radiogramma dovrebbe poi essere sottoposto all'esame di uno Specialista Radiologo di Vostra fiducia ed esperto nella refertazione di esami mammografici, il quale dovrebbe verificare se il referto di "esente da lesioni" può essere confermato.
Ove il Radiologo riscontrasse nel radiogramma segni della formazione nodulare successivamente accertata, la colpa medica potrebbe essere dimostrabile.

Distnti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]