Utente 215XXX
Salve, sono un uomo di 42 anni, ho da poco presentato domanda di invalidità civile e vorrei sapere approssimativamente la percentuale a cui ho diritto in relazione alle patologie riscontrate: amputazione secondo dito mano destra; lomboartrosi con rettilizzazione della lordosi fisiologica e gonartrosi bilaterale. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

poichè l'accertamento dell'invalidità civile è demandato ad una Commissione Medica, a rigori in questa sede non è possibile definire una "percentuale cui si abbia diritto", ma si può soltanto formulare delle ipotesi di stima riguardo alle possibili valutazioni delle singole infermità, con riferimento alle Tabelle di Legge (D.M. 5 febbraio 1992).

In particolare, riguardo alle infermità che Lei riferisce, sono riportate nelle Tabelle le seguenti voci valutative:

Cod.7402-Amputazione del 2° dito della mano= 18%
Relativamente al caso dell'amputazione, si dovrà esaminare la possibilità o meno dell'applicazione di
apparecchi protesici. Le protesi sono da considerare fattore di attenuazione della gravità del danno funzionale e pertanto possono comportare una riduzione della percentuale d'invalidità a condizione che esse, per la loro natura, siano ben tollerate e funzionalmente efficaci ai fini della capacità lavorativa generica, semispecifica (= occupazioni confacenti alle attitudini del soggetto)e specifica.

Cod.7204-Anchilosi di ginocchio in flessione fra 35° e 40°= 55%
Cod.7205-Anchilosi di ginocchio rettilinea = 21-30%
Tenga conto che nel Suo caso, ove non si configuri anchilosi del ginocchio, la valutazione sarà proporzionata al grado di limitazione funzionale rilevabile clinicamente.

Cod.7009-Anchilosi rachide lombare= 31-40%
Anche per tale menomazione, ove non si configuri anchilosi, la valutazione sarà proporzionata al grado di limitazione funzionale del rachide lombare rilevabile clinicamente.

Infine, tenga presente che per la valutazione di menomazioni coesistenti (organi ed apparati funzionalmente distinti tra loro) non si applica la somma aritmetica, bensì si esegue un calcolo riduzionistico mediante la seguente formula espressa in decimali:

IT = IP1 + IP2 - (IP1 x IP2)

dove l'invalidità totale finale IT è uguale alla somma delle invalidità parziali IP1, IP2, diminuita del loro prodotto.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 215XXX

La ringrazio moltissimo per la risposta, ho richiesto l'invalidità per poter entrare nelle liste speciali di collocamento con un 46% minimo, in ogni caso un'ultima curiosità, il codice 7205 va applicato sia per il ginocchio destro che per quello sinistro o è da considerare una sola volta per tutt'e due le ginocchia? Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

in caso di interessamento di entrambe le articolazioni di ginocchio, ciascuna menomazione va valutata (anche perché il deficit potrebbe essere differente nel ginocchio destro rispetto al sinistro), e poi sommata sempre con il calcolo riduzionistico.

Ancora Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 215XXX

La ringrazio ancora per la gentile risposta