Utente 491XXX
Egregi Dottori,
ho 25 anni figlio di una signora di 61 anni, chiedo Vs. aiuto in merito ad un problema che mi sto portando dietro da più di un anno. Mia madre è invalida civile al 100%, le patologie invalidanti sono "psicosi isterica, postumi di politraumi con fratture multiple" dall'anno scorso il quadro clinico a mio avviso, secondo anche il medico di base, il fisiatra, lo psichiatra è degenerato sensibilmente, di seguito espongo i fatti "rm gionocchio + gamba sx: distacco parziale del menisco mediale dal muro meniscale in corrispondenza dell'angolo posterosuperiore con disomogeneità di segnale del corno posteriore da lesione. Irregolarità di morfologia e segnale della superficie articolare dell'osso subcondrale circostante del condilo femorale esterno nella porzione medio-posteriore, riferibile a microfrattura della limitante articolare con diffuso edema subcondrale perilesionale. Assottigliata e disomogenea la cartilagine rotulea da condropatia di secondo grado. Disomogenea la cartilagine femoro tibile, specie nel comparto laterale, da condropatia di primo-secondo grado. Ispessita la sinovia articolare, delle borse collaterali e della borsa retro-sovrarotulea da lieve edema." inoltre "rm lombosacrale: scoliosi sinistro convessa dorso lombare corno fulcro a livello del passaggio dorso-lombare. Il corpo della seconda vertebra lombare presenta evidente irregolarità della limitante somatica superiore particolarmente sul versante anteriore, mediano paramediano destro, con iperintesità di segnale nelle sequenze STIR del corpo vertebrale. Discreta e diffusa riduzione degli spazi intersomatici sia a livello degli ultimi metameri dorsali, del passaggio dorso lombare e in sede lombare, con segni di sclerosi delle limitanti somatiche ed ipointensità a carattere degenerativo dei dischi intervertebrali." Questo ha comportato esame radiologico che Vi riassumo "Rx rachide dorsale: Quadro si spondilosi con poliferazioni osteofitiche margino-somatiche." inoltre "Rx rachide lombosacrale: Irregolarità del profilo corticale dell'angolo supero-anteriore del soma di L2, esito di verosimile pregresso trauma. Note di spondilosi con riduzione di ampiezza allo spazio intersomatico L5-S1." L'ultimo referto specialistico dello psichiatra evidenzia "paziente affetta da disturbo di personalità con sintomatologia ansioso-depressiva, disforia, attacchi di panico e insonnia". Ci tengo a precisare le fratture subite in ordine di accadimento: "lussazione tibiotarsica e frattura base 3° metatarso piede dx, frattura scomposta e pluriframmentaria metaepifisi distale del radio e stiloide ulnare, frattura collo chirurgico omero sx". Concludo con l'anamnesi del fisiatra: "T.T. dx edematosa, limitata nei movimenti di flex plantare e dorsale con arresto doloroso, dolore alla palpazione articolare, deambula a fatica con zoppia, non è in grado di deambulare su dislivelli, polso sx deformato, collo di cigno, bloccata la estensione del polso con arresto meccanico, limitata la flessione. Dolore palpazione scafoide e severe limitazioni nella flessione dita della mano e mancata presa degli oggetti di piccola dimensione, per tali motivi la paziente è severamente limitata nello svolgere i comuni atti della vita quotidiana e pertanto è da ritenersi non autosufficiente". Ora su consiglio dello psichiatra ho effettuato da una psicologa i "test intellettivi" e attendo a breve responso e referto specialistico dello psichiatra.
Pregiatissimi Dottori, chiedo questo, mia madre è spesse volte bloccata a letto causa dolori alle ginocchia, caviglie in generale alle gambe e alla schiena che non le consentono di muoversi, non riesci nemmono a raggiungere i servizi, per questi motivi mi devo assentare dal lavoro diverse volte ed ho paura di perdere il posto lavorativo, cosa peraltro già intimatami. La richiesta mi è già stata respinta due volte, cosa posso fare? tra l'altro la presidente era la stessa dottoressa. Posso chiedere venga sostituita? Posso chiedere esame c/o altra commissione? Ritenete siano validi i motivi per l'accompagnamento?
Detto questo spero tanto nel Vs. aiuto, non so più cosa fare! Grazie infinitamente a tutti Voi per i preziosi consigli che mi darete, colgo l'occasione per porgerVi distinti saluti.
Andrea

[#1] dopo  
Utente 491XXX

Pregiatissimi Dottori,
ancora nessun aiuto! Ho parlato con il patronato che mi ha consigliato di impugnare il provvedimento negativo della commissione. Faccio bene? E pensare che l'ufficio invalidi mi disse che se mi respingevano la domando potevo ripresentarla, e non sapevo ci fosse questa possibilità, spero presto di ricevere Vs. risposta. Grazie.

[#2] dopo  
Utente 491XXX

Illustri Dottori,
chiedo una informazione: è possibile avere un consulto, presso struttura pubblica o accreditata da un medico-legale gratuitamente dato che mia mamma è invalida al 100%? Come devo procedere?
Ringrazio anticipatamente per l'aiuto.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
egregio sig.re il caso di sua madre è particolare, Le suggerisco di tornare da un medico del Patronato, che gratuitamente, Le indicherà se conviene fare ricorso contro il verbale d'invalidità del 100% o aspettare ed eventualmente, se ci sono le condizioni, con nuove visite specialistiche (fisiatrica con valutazione dell'autonomia e psichiatrica) fare una domanda di aggravamento per un eventuale riconoscimento dell'indennità di accompagnamento. Le suggerisco anche di presentare (sempre all'ufficio invalidi) la domanda per il riconoscimento della L. 104 per usufruire di permessi (3 giorni al mese( sul posto di lavoro (solo con riconoscimento dell'Handicap grave - art. 3 comma 3).
Dr. Maurizio Golia - Medico legale - Brescia
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#4] dopo  
Utente 491XXX

Ill.mo Dott. Golia,
grazie per la risposta, Le chiedo due cose sperando possa rispondermi: secondo Lei ci sono i presupposti per l'accompagnamento? il medico legale mi rilascerà referto da presentare alla commissione di Verifica (fatto il ricorso si passa a questa giusto?)
Comunque ancha la 104 mi è stata respinta.
La ringrazio infinitamente per il suo prezioso consulto.

[#5] dopo  
Utente 491XXX

NESSUN'ALTRO CONSULTO???
VORREI SAPERE SE E' FATTIBILE L'ACCOMPAGNAMENTO???
GRAZIE

DISTINTI SALUTI
Andrea

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Penso che non debba porsi tutte queste domande ed inoltrare la domanda, se la situazione si è aggravata e la mamma non deambula più autonomamente e/o non riesce a compiere gli atti quotidiani della vita, avrà diritto all'accompagnamento, altrimenti verrà confermato il 100%.
Qualora non fosse d'accordo con il 100% potrà fare ricorso (con un avvocato e un medico legale) al Giudice del Lavoro del tribunale competente, successivamente il Giudice dovrebbe nominare un consulente tecnico d'ufficio (CTU) per la perizia medico-legale (la mamma potrà farsi assistere da un medico legale di parte per sostenere il diritto all'indennità di accompagnamento.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#7] dopo  
Utente 491XXX

La ringrazio Dott. Golia, seguirò immediatamente il suo consiglio.
Dato che mi è stato respinto sia l'accompagnamento, sia la 104, informerò il mio avvocato del tutto e andremo per vie legali, purtroppo l'avvocato costa!!! e anche il medico-legale!?!? e poi magari il giudice conferma la decisione della commissione!?!? Quanti interrogativi, e forse, quanti soldi buttati!!! Grazie ancora Dottore.
Distinti saluti
Andrea

[#8] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
il giudice può confermare, ma è anche vero ceh io sono convinto che ella potrà avere l'assegni di assistenza. Sono presidente di comm invv civile e vedo in base a quanto lei ha scritto al possibilità di "vincere" certo non è la certezza
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#9] dopo  
Utente 491XXX

Grazie Dott. Funicello.
Il mio legale si è attivato per l'istanza. Anche il medico legale di parte è convinto che vinceremo la causa.
Grazie a tutti Voi.

[#10] dopo  
Utente 491XXX

Egr. Dott. Funicello,
il patronato mi ha detto che tra massimo 2 mesi dovremmo avere "l'udienza".
Volevo chiderLe cos'è l'assegno di assistenza, non c'entra nulla con l'accompagnamento, giusto?
Grazie

[#11] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
è sinonimo di accompagnamento
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#12] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Prego !!!
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#13] dopo  
Utente 491XXX

Egregi Dottori,
chiedo un Vs. parere. Per quanto attiene il "parcheggio invalidi" ho fatto richiesta durante la visita per l'accompagnamento e mi è stato detto questo dal medico legale (Presidente commissione).
"sua madre non ha una gravità di deambulazione grave, in quanto non utilizza ne bastoni ne canadesi" io ho insistito dicendo che senza il sostegno della mia persona mia madre autonomamente ha grosse difficoltà a camminare tra l'altro scritto da 2 medici fisiatri. Detto questo la Dott.ssa mi ha risposto "le ripeto che per legge è necessario avere un problema deambulatorio grave e dato che sua madre si regge in piede e non usa ne bastoni ne canadesi non ci sono i presupposti per la richiesta".
Chiedo questo: siete d'accordo? non ho diritto al tesserino? Cosa posso fare ora? E' possibile chiedere visita c/o altra struttura?
Grazie infite per le Vs. preziosissime risposte.
Saluti
Andrea

[#14] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Naturalmente non entro nel merito se ha diritto o meno, poichè bisogna sottoporre a visita l'interessato ed esaminare la documentazione.
Verifichi se esiste una circolare regionale (in Lombardia esiste) che regolamenta i requisiti per la concessione del contrassegno di parcheggio.
Penso che Lei abbia già la certificazione con il parere negativo,se non ha avuto una risposta formale, presenti la domanda all'ASL competente e si ricordi che avverso una certificazione con risposta negativa è possibile (in Lombardia) fare ricorso ad una commissione medico-legale ASL che riesaminerà il caso.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#15] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
nel Lazio la concessione è solo se risulta che il soggetto sia "GRAVEMENTE IMPEDITO NELLA DEAMBULAZIONE" L'essere invalido non vuol dire averne diritto in assenza di questa "realtà".
Io ed i miei colleghi/collaboratori non lo concediamo, se non vi è una limitazione grave della deambulazione,neanche con l'art 3 comma 3 della L 104.
IL parcheggio invalidi è un atto di civiltà dovuto a chi ne ha bisogno e solo a costoro.
La risposta del collega Golia , come vede, è in linea con la mia o se preferisce la mia lo è con la sua. Grazie
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#16] dopo  
Utente 491XXX

Grazie per le risposte Egr. Dottori.
Non sono molto d'accordo, ma da comune mortale dico solo questo:
Quando dovrò portare mia madre ad una visita o a trovare un parente, ecc. Se il parcheggio sarà troppo lontano, o vado a casa, o faccio sforzare mia madre per raggiungere il sito così, un domani, quando sarà su una carrozzina (come mi ha detto la Dott.ssa) forse mi daranno il contrassegno.
Grazie ancora per il Vs. consulto.
Distinti saluti
Andrea

[#17] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
allor ane avrà bisogno ed essendo non demabulante..allora le verrà dato
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#18] dopo  
Utente 491XXX

Egregi Dottori,
mia madre è stata finalmente riconosciuta invalida con necessità di assistenza continua.
So che il problema deambulatorio di mia madre non è gravissimo anche se ritengo anche su precisazione del medico che sia grave.
Mia madre ha seria difficoltà a muoversi per lunghi tratti anche a causa della patologia psicologica ke purtroppo fa aumentare il dolore perché la psicosi gli genera ansia.
Vi chiedo dato che voglio presentare domanda per il parcheggio invalidi quale documentazione va presentata e se deve essere stata emessa da meno di sei mesi.
Sul certificato dell'invalidità c'è scritto "deambulazione con sostegno" infatti mia madre difficilmente riesce a camminare senza il mio sostegno cosa peraltro dichiarata anche dal geriatra che l'ha in cura.
Secondo Voi sussistono i presupposti per il rilascio del certificato positivo?
Grazie infinite a tutti Voi
Distinti saluti
Andrea

[#19] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
con quella scritta probabilmente lo avrà, ma il medico legale deve ritenere quel sostegno valido ed importante. Cmq è una valutazione soggettiva
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL

[#20] dopo  
Utente 491XXX

Egr. Dott. Funicello,
l'esatta dicitura del medico legale sul certificato è "deambulazione autonoma con ausilio".
Cosa ne pensa?
Secondo lei il medico della visita per il parcheggio invalidi sarà lo stesso che ha presieduto la visita di aggravamento?
Durante la visita ho fatto richiesta ma il presidente non ha ritenuto abbastanza gravi le problematiche di deambulazione.
Grazie ancora.

[#21] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
con quella dizione io non lo concedo.Quando ho scritto che è sinonimo di accompagno mi riferivo all'assegno di assistenza
dott Sergio Funicello
Spec Medicina legale e Chir d'Urgenza
Dirigente medico legale ASL