Utente 606XXX
Gentili dottori,
rivolgo questa domanda per mio cugino che dopo essere stato investito da un'auto a fine 2008, ha subito una lesione del menisco; precisamente il referto è questo:
- Stria iperintensa a carico del corpo corno posteriore del menisco laterale per lesione;
- Lesione del corpo corno posteriore del menisco mediale;
- Crociati indenni;
- Sinovite reattiva.
- Versamento intra-articolare;
- Piccola borsite sovrarotulea;
- Rotula in sede e in asse.
Sulla base di questo referto il medico nominato dall'assicurazione valutò i postumi attribuendo 4 punti e 1/2 alle lesioni riportate; mentre il medico che stilò la consulenza di parte attribuì 9 punti, anche perchè a suo parere poteva essere necessario un intervento chirurgico quando le condizioni si sarebbero stabilizzate.
Ora mio cugino sta facendo causa per ottenere il riconoscimento della differenza.
Premesso che mio cugino aveva 20 anni nel 2008, quale potrebbe essere una giusta valutazione?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

non è possibile effettuare un'attendibile valutazione dell'invalidità permanente senza aver sottoposto a visita medica diretta l'interessato, nè senza aver preso visione di tutta la documentazione sanitaria del caso:
https://www.medicitalia.it/mascotti.nicola/news/2178/La-valutazione-percentuale-dell-invalidita-permanente-in-Medicina-Legale

Ciò premesso, in via puramente ipotetica a mio parere sembrerebbe più congrua la valutazione effettuata dal medico nominato dall'assicurazione.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]