Utente 238XXX
Salve,
grazie per la risposta,
la ricontatto per avere ancora informazioni sulle cellule staminali,
sono stato operato il 13 marzo del 2012 con inserimento delle cellule staminali per la seconda volta in un anno per curare la lesione di terzo grado nel domo astragalico.
Sono passati 6 mesi dall'intervento il 10 settembre 2012 ripeto la risonanza magnetica
esito praticamente la stessa di quella fatta il 24 gennaio ve la riporto qui sotto:
Alterazione morfostruturale di significato osteocondritico , a carico del versante mesiale del domo astragalico,con erosione cartilaginiea superficializzazione ossea e sclerosi ossea perilesionale (20x10mm).
La differenza sta che il focolaio è aumentato rispetto a quello visto il 24 gennaio.
Vorrei solo capire se è normale questo aumento del focolaio se queste cellule si stanno sviluppando si sono fermate (l'ortopedico mi a detto che il risultato si ottiene dopo 24 /36 mesi dall'intervento ma mi preoccupa questo focolaio che si sta allargando
Poi vorrei capire se dopo 6 mesi di riabilitazione devo aver ancora dolori alla caviglia e continuando cosi dovrò riprendere il tutore per camminare e da un'anno e mezzo che convivo con questo problema dopo 2 interventi vorrei ritrovare la serenità di una volta e andare a lavorare avendo una famiglia con 3 figli ancora oggi non posso fare nulla di tutto ciò.
dopo aver spiegato il mo problema l'ente inail mi a chiuso la pratica il 23 luglio del 2012 e non ha riscontrato nessun danno biologico,ora vi chiedo se con questo problema che mi ritrovo posso ottenere un indennizzo o punteggio dell'inail e quanto ammonterebbe il punteggio.
Vi chiedo questo perchè la mia situazione economica non e delle migliori e prima di contattare un medico legale per seguire la mia pratica.
Grazie per il vostro aiuto spero di non avere disturbato.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

per poter dare un parere medico-legale attendibile, in vista di un eventuale opposizione al provvedimento dell'INAIL, è indispensabile prendere visione di tutta la documentazione riguardante le circostanze dell'infortunio, gli accertamenti diagnostici ed i trattamenti sanitari effettuati, esaminare il giudizio dell'INAIL, ed infine sottoporre a visita medica diretta l'interessato.
Le suggerisco pertanto di rivlgersi ad un Ente di Patronato, presso il quale troverà l'assistenza amministrativa e medico-legale necessaria.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]