Utente 273XXX
Gentili Dottori,
ho avuto un infortunio qualche mese fa e ho riscontrato dei danni agli arti inferiori (ginocchia).
Vorrei gentilmente chiedervi un informazione , dato che ho una polizza infortuni privata e da contratto viene adottata la tabella INAIL 30 giugno 1965 n 1124 .
Consultando la tabella allegata sopracitata e cercando indicativamente il mio danno specifico, non viene menzionato nulla riguardo al ginocchio , se non la voce :
Anchilosi completa rettilinea del ginoccchio - percentuale 35%.
Essendo purtroppo ignorante in merito,Vi chiedo con quale criterio viene calcolato
il mio danno che Vi espongo citando l'esito delle due RMN.:

ESAME GINOCCHIO DESTRO :
Eseguite sequenze SET1, TSE T2 nei diversi piani dello spazio.
Discreto versamento articolare.
Iniziale entesopatia calcifica del quadricipitale.
Segni di condropatia rotulea di II grado.
Alterazione del legamento crociato anteriore in sede prossimale riferibile a lesione completa.
Lesione di I grado del legamento collaterale mediale.
Sostanzialmente regolare il legamento collaterale laterale.
Alterazione di segnale del corno posteriore del menisco esterno riferibile a rottura, non significative alterazioni di segnale del menisco interno.
Alterazione di segnale del condilo femorale esterno riferibile ad edema da impatto.
Piccola cisti di Baker

ESAME GINOCCHIO SINISTRO
Eseguite sequenze SET1, TSE T2 nei diversi piani dello spazio.
Alterazione del segnale del LCA che appare interrotto al terzo medio in rapporto a lesione completa
Non alterazioni del LCP
Alterazione del segnale del corno posteriore del menisco mediale in rapporto a lesione periferica
Non alterazioni del menisco esterno
Alterazione del segnale del legamento collaterale mediale in rapporto a distrazione di grado 1
Non alterazioni del legamento collaterale esterno
Versamento articolare
Lesione da impatto del piatto tibiale posteriore con distacco osseo marginale e lesione da impatto del condilo femorale laterale
Non alterazioni del tendine rotuleo e del tendine quadricipitale.

Aggiungo che , ad oggi,ho una limitazione dei movimenti in ambedue le ginocchia.

Capisco chiaramente che non si può avere un riscontro senza una visita "concreta",
però,
usando la tabella in questione e non citando quindi le lesioni ai legamenti e menischi come
viene valutata la cosa ?




RingraziandoVi per la Cortese risposta ,
Vi auguro un Buon lavoro.

Marco

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

le polizze per infortuni in Assicurazione Privata, per la valutazione del grado di invalidità permenente, ove la menomazione non sia ascrivibile alle Tabelle INAIL od ANIA, solitamente prevedono che il criterio di valutazione sia quello della "diminuzione permenente della capacità dell’assicurato allo svolgimento di un qualsiasi lavoro proficuo, indipendentemente dalla sua professione", ovvero un criterio simile.
Verifichi ciò nella polizza infortuni da Lei sottoscritta.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 273XXX

Gentile Dott.Mascotti,
La ringrazio Molto per la risposta quasi immediata;

Riguardo la mia polizza INFORTUNI,
Le specifico che riguardo l'invalidità permanente fa fede alla tabella
INAIL 30 giugno 1965 n 1124 (naturalmente questa scelta ,propostami dal
mio assicuratore ha richiesto una maggiorazione del premio)
La stessa , mi è stata proposta in quanto la valutazione dei postumi
d' invalidità permanente risulterebbe piu' alta rispetto alle altre.
Ho verificato la polizza ma non parla di capacità dello svolgimento di lavoro
proficuo..ecc., c'è solamente allegato la tabella INAIL con le percentuali di invalidità.
L'unico problema, come dicevo,è che nelle altre tabelle compare anche la lesione dei legamenti, meniscectomia ecc. ecc. mentre nel nostro caso non dice nulla di tutto questo..!!!
Quindi, mentre nell'altro caso si potrebbe fare un conto "quasi" matematico,nell'altro
come verrebbe valutato ?
Non so se riesco a spiegarmi bene, ma il mio timore è che non essendoci
un punteggio "specifico" nelle singole lesioni,
non vorrei che il risultato della perizia del medico legale
risulti a mio avviso molto "interpretativa" ...da un medico ad un altro ???

RingraziandoLa ancora per la Sua Gentilezza,
Le Auguri un Buon Lavoro.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

se la tabella cui la polizza esplicitamente rinvia è qualla INAIL in questione, e se non è espresamente prevista alcuna ipotesi nel caso di malattia non tabellata, non posso ipotizzare quali criteri di valutazione saranno seguiti dal medico fiduciario dell'Assicurazione, che ho paura potranno essere abbastanza discrezionali.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]