Utente 301XXX
buongiorno ,nel anno 2007 ho subito unna stabilizzazione vertebrale al livello L5 S1 con posizionamento del disco unna gabietta di carbonio e 4 vite e 2 bare a causa del infortunio subito nel 2007 e ho un collegiale inail con un danno biologico di 6% che riconosce solo la stabilizzazione vertebrale,Li sembra un punteggio adatto o no???? ,ho provato a riaprire il infortunio nel 2009 e poi 2010 ma non accettano perchè di quando ho subito il intervento sto molto male e ho forti dolori e necesito sempre di assistenza di qualcuno perche non riesco a camminare ,perdo urina,dalle emg fatta nel 2012 - nervo L4L5 segni di discreta sofferenza radicolare cronica sinistra,nel 2009 sofferenza radicolare L5S1 prevalente su L5a sx e s1 a destra,non ho sensibilità alle gambe e zoppia a destra e cambia sinistra ,sono in cura per disturbo maggiore con attacchi di panico e,emicrania cronicizzata e gastrite acuta ,ho dovuto sul indicazione del neurochirurgo di fare il cesario sono seguita anche dal reparto di terapia del dolore ma a causa della mia eta non possono farmi alcun intervento perchè la cura antinfiammatoria non funziona, tutto questo e comparso dopo questo intervento a causa del infortunio subito .Vorrei chiederla se poso chiedere il aggravamento e se come la ditta per quale sono stata assunta come apprendista che dopo il infortunio mi ha licenziato senza nessuna causa non vuole assumersi la responsabilità se possono togliermi il danno biologico perche vedo scritto indennità di temporanea e se ha dei consigli per me. .porgo i miei distinti saluti e rimangi in attesa della Sua risposta .

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
8% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Salve. Non ha detto però se ha subito una frattura vertebrale per infortunio sul lavoro oppure si trattava di una patologia vertebrale (spondilolistesi). Se si tratta di infortunio ritengo che possa, con queste complicanze derivate dal trauma, chiedere senz'altro un aggravamento. Si rivolga ad un medico legale che le potrà consigliare per il meglio.
Saluti
dr Pasquale Bergamo