Utente 103XXX
gentilissimi Medici
un anno fa sono stato vittima di un incidente stradale mentre andavo al lavoro.
Cadendo in moto mi sono rotto la cuffia dei rotatori.
l'inail sostiene che la mia spalla era già danneggiata prima della caduta, infatti la risonanza magnetica parla di una retrazione fibro-adiposa. così ha chiuso l'infortunio e si è presa 6 mesi di tempo per valutare il danno, sostenendo che occorre stabilire quanto era il danno prima della caduta e di quanto si è aggravato adesso.
Io ho fatto presente che solamente un anno prima della caduta avevo frequentato un corso di nuoto (documentato) e che non avevo nessun tipo di problemi alla spalla, mentre adesso non riesco a fare nessun tipo di attività al di sopra della linea della spalla: bere, pettinarmi, afferrare la maniglia di sicurezza in auto, ecc. ecc....
Ora che si avvicina il momento della visita finale avrei bisogno di sapere se è opportuno fare prima una visita da un medico legale per poter poi presentare all'Inail
una documentazione più completa, oppure aspettare la loro decisione ed eventualmente fare opposizione?
infine, capito che una lesione può nascere senza dare segnali per molto tempo, su quali basi si può stabilire l'entità del danno, se io, prima della caduta non avevo nessun tipo di problema.
ringraziandovi fin d'ora per il tempo che vorrete dedicarmi
un saluto

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

a mio parere sarebbe opportuno attendere la valutazione da parte dell'Istituto Assicuratore, per poi sottoporre il caso ad un Suo consulente per verificare la congruità di tale valutazione.
Nel frattempo, può iniziare a contattare il consulente, per non rischiare di far trascorrere i tempi per l'opposizione, qualora la ritenga opportuna.
Le basi per stabilire l'entità del danno ascrivibile all'infortunio, con esclusione delle preesistenze, comportano l'applicazione della metodologia medico-legale ai dati clinici e strumentali disponibili.
Lei comprenderà che l'INAIL non può indennizzare come danno biologico le menomazioni che sono attribuibili a patologia indubbiamente preesistente, anche se clinicamente non evidente.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 103XXX

Gentilissimo dott. Mascotti
li ringrazio moltissimo della sollecita risposta. A questo punto mi conviene cercare uno specialista in medicina legale e delle assicurazioni ed anche ortopedico. mi attiverò immediatamente, visto il periodo feriale e la vicinanza con il conrìtrollo finale da parte dell'INAIL.
CORDIALI SALUTI