Utente 129XXX
Gentili Dottori, mia nonna allettata a seguito di un grave ictus è in possesso di due Verbali INPS quello di invalidità e quello relativo alla legge 104 e le è stata riconosciuta l'indennità di accompagnamento. Ora dovendo acquistare un'auto nuova sapevo che c'erano delle agevolazioni fiscali a favore dei disabili però non mi è molto chiaro ,sulla base dei verbali in possesso, quale sia la natura della patologia che abbia portato all'indennità di accompagnamento e questo particolare diventa assai rilevante poichè se emergesse la demenza grave e quindi la disabilità psichica, l'acquisto dell'auto non è vincolata ad alcun adattamento. Chiedo quindi un aiuto per "interpretare" questi Verbali.
Il Verbale di Invalidità riporta la seguente dicitura:
" Invalido ultrasessantacinquenne con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita (L.508/88)
Diagnosi: Encefalopatia Vascolare. Deficit-Psico-Motorio. Insufficienza Respiratoria da BPCO.
Codice DM 5/2/92:
6456 - Broncopneumopatia Ostruttiva Cronica, Prevalente Enfisema
7302 - Emiparesi Grave o Emiplegia associata a disturbi sfinterici
1003 - Demenza Grave.

Il Verbale della 104 riporta la seguente dicitura: Portatore di Handicap in situazione di gravità (Comma 3 Art 3).

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

nel verbale di invalidità civile, subito dopo la voce "data di decorrenza" e prima della voce "esonero da future visite di revisione", dovrebbe essere presente il campo "disabilità rilevate"; in tale campo dovrebbe essere specificato se fra le disabilità rilevate è riportata la "disabilità psichica", che dà titolo a fruire dei benefici fiscali per l'acquisto di autovettura non adattata.

Per le agevolazioni sull'auto per i disabili, può consultare anche il seguente link:
http://www.handylex.org/cgi-bin/hl3/cat.pl?v=a&d=9900&c=9901

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 129XXX

Dottore la ringrazio per avermi risposto e le scrivo ciò che mi compare nel campo disabilità rilevate:
02 - Mentale
07 - Limitazioni funzionale movimenti articolari
08 - Neurologiche
09 - Respiratorie

Adesso, come faccio a dimostrare che l'accompagnamento è stato concesso in primis per la disabilità psichica? La normativa mi manda in totale confusione, a quanto ho letto dal verbale di invalidità deve emergere chiaramente la natura psichica o mentale della patologia e soprattutto la gravità della stessa

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

da quanto si evince dal verbale risulta il contrario di ciò che Lei riferisce, in quanto le condizioni di disabilità rilevate sono state classificate in ambiti differenti da quello della disabilità psichica o mentale.
Purtroppo non vedo vie d'uscita a tale situazione.

Ancora Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 129XXX

Dottore ma quel codice 1003 equivalente a "grave demenza" non certifica una grave disabilità mentale? E nelle disabilità rilevate quel "02 Mentale" che significato ha? La ringrazio per la cortese spiegazione

[#5] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

Le chiedo scusa, la "disabilità mentale" al punto 2 nel verbale dovrebbe far rientrare il caso nelle fattispecie:

Tipo di disabilità: Disabilità psichica o mentale
Provvidenza economica percepita: Indennità di accompagnamento
Patente di guida: invalido non patentato
Tipo di veicolo: Autovetture
Cilindrata: Benzina con cilindrata inferiore ai 2000 cc oppure Diesel con cilindrata inferiore ai 2800 cc
Adattamenti sul mezzo: Veicolo non adattato

Per tale caso sono ammissibili tutte le agevolazioni fiscali previste sui veicoli destinati al trasporto di una persona con disabilità mentale o psichica, senza l'obbligo di adattare il mezzo.

Verifichi quanto sopra inserendo i dati nel seguente link, dove troverà informazioni sulle procedure per ottenere le agevolazioni:
http://www.handylex.org/schede/veicoli.shtml

Ancora Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#6] dopo  
Utente 129XXX

Gentile Dottore, appurato che nel Verbale è presente la disabilità psichica o mentale, quello che vorrei riuscire a interpretare è se questa sia la patologia "preminente" che abbia portato al riconoscimento dell'indennità di accompagnamento oppure se questa disabilità mentale, pur presente, si accompagni alle altre patologie ma non sia la "causa" dell'accompagnamento. Ai fini delle agevolazioni auto ha rilevanza questo mio ragionamento? Grazie

[#7] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

secondo l'impostazione attuale del verbale di riconoscimento, per quanto è a mia conoscenza, non viene evidenziata una infermità principale che, rispetto alle coesistenti o concorrenti altre patologie, determini il requisito sanitario in maniera preminente.
Per fruire dei benefici fiscali è necessario dimostrare la natura della disabilità (in questo caso mentale), oltre alla titolarità delle condizioni per l'indennità di accompagnamento.
La documentazione richiesta, e solitamente accettata, per fruire delle agevolazioni benefici fiscali è:
- la certificazione di invalidità civivle da cui risulti la dizione "invalido con totale e permanente inabilità lavorativa e con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di svolgere i normali atti quotidiani della vita";
- l'indicazione della natura mentale o psichica della disabilità;
- l'indicazione esplicita della gravità della patologia, che può essere desunta dal certificato di handicap con connotazione di gravità (art. 3 comma 3 Legge 104/1992), e da cui risulta la natura psichica o mentale della disabilità.

In conclusione, a mio parere nel caso in questione sussiste il diritto alle agevolazioni fiscali previste.

Distinti Saluti.


Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#8] dopo  
Utente 129XXX

Dottore grazie infinite per le delucidazioni. Tutti i miei dubbi nascono dal fatto che il Verbale di Invalidità riporta la "demenza grave" e quindi la disabilità mentale, però al contempo riporta in aggiunta pure una "Emiparesi grave o Emiplegia". E non viene spiegato da nessuna parte se l'indennità di accompagnamento è concessa per l'una o per l'altra patologia, se una prevale sull'altra o meno. Potrei anche vedermi contestate le agevolazioni da qualcuno che ritiene la disabilità mentale "secondaria" rispetto all'altra patologia? Insomma è richiesta una "esclusiva" disabilità psichica o può essere anche concomitante con altre?

[#9] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

L'argomento è trattato nella Circolare Ministeriale 11 maggio 2001, n. 46, in merito alla certificazione necessaria per poter fruire dei benefici fiscali per l’acquisto del veicolo senza vincoli di adattamento, che ha precisato che i soggetti con handicap psichico o mentale devono essere in possesso di:
- verbale di accertamento emesso dalla commissione medica di cui all’art. 4 della legge n. 104 del 1992, da cui risulti che il soggetto si trova in una situazione di handicap grave ai sensi dell’art. 3 della medesima legge, derivante da disabilità psichica o mentale;
- certificato di attribuzione dell’indennità di accompagnamento, di cui alle leggi n. 18 del 1980 e n. 508 del 1988, emesso dalla Commissione per l’accertamento dell’invalidità civile (di cui alla legge n. 295 del 1990).

L'interpretazione logica è quella di considerare il requisito sanitario per il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento ed il requisito socio-sanitario per quanto previsto dalla legge 104/92, art.3, comma 3, determinati da disabilità psichica, ancorchè non esclusiva (cosa che, del resto, sarebbe estremamente difficile da documentare).

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#10] dopo  
Utente 129XXX

Dottore, come le ho già segnalato nel primo messaggio, il Verbale relativo alla 104 mi riporta la seguente dicitura: Portatore di Handicap in situazione di gravità (Comma 3 Art 3). Ma attenzione, nessun riferimento alla natura dell'handicap, nè motorio e nè psichico. Tutte le indicazioni relative alla Demenza Grave, alla Disabilità Mentale e altre patologie sono contenute nel Verbale di Invalidità.

Il suo riferimento normativo è stato successivamente superato dalla Circolare Ministeriale _ Agenzia delle entrate – Direzione Centrale Normativa, 23 aprile 2010, n. 21/E ed ha disposto che:

"...anche per i portatori di handicap psichico o mentale, per le finalità agevolative di cui trattasi, lo stato di handicap grave di cui all’art. 3, comma 3, della legge n. 104 del 1992, possa essere validamente attestato dal certificato rilasciato dalla commissione medica pubblica preposta all’accertamento dello stato di invalidità purché lo stesso evidenzi in modo esplicito la gravità della patologia e la natura psichica o mentale della stessa.
Viceversa non potrà essere ritenuta idonea la certificazione che attesti genericamente che il soggetto è invalido “con totale e permanente inabilità lavorativa e con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di svolgere i normali atti quotidiani della vita”...."

[#11] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

a mio parere la circolare del 2010 ribadisce ulteriormente che per ottenere i benefici fiscali in questione è necessario:

1.Il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento (che nel caso specifico risulta dal verbale di invalidità civile)
2.la disabilità mentale o psichica (che nel caso specifico pure risulta dal verbale di invalidità civile)
3.la condizione di handicap grave (che nel caso specifico risulta dal verbale per la legge 104/92).

La certificazione da non ritenersi idonea è quella di invalidità civile “con totale e permanente inabilità lavorativa e con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di svolgere i normali atti quotidiani della vita” generica o riferita ad altri tipi di disabilità: ma nel Suo caso nel verbale è precisato sussistere "disabilità mentale", il che porta a concludere che il diritto al beneficio sussiste.

Ancora Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#12] dopo  
Utente 129XXX

Dottore la ringrazio per la sua cortese disponibilità. E' vero nel verbale viene menzionata una "disabilità mentale" e se finisse qui non mi porrei più alcun problema. Ma lo stesso verbale riporta anche una "limitazione funzionale movimenti articolari" accompagnato dal codice 7306 che indica "Emiparesi Grave o Emiplegia associata a disturbi sfinterici". Adesso sia la demenza che l'emiplegia danno diritto all'indennità di accompagnamento. In conclusione non correrò il rischio che qualcuno magari dell'Agenzia Entrate mi contesti il tutto volendo "oscurare" la demenza ritenendo che invece sia tutto attribuibile alla emiplegia? Mi scuso se la sto tediando con questo ragionamento ma vorrei essere sicuro di stare dalla parte del giusto

[#13] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

se vuole dissipare ogni dubbio, può provare a richiedere la valutazione del caso proprio alla Agenzia delle Entrate, ai sensi delle Circolari in precedenza citate.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#14] dopo  
Utente 129XXX

Sì proverò a chiedere una valutazione presso la sede territoriale della mia zona, immagino ci sia un ufficio preposto a questo tipo di pratiche. In ogni caso, mi sembra di capire che anche alla luce delle mie considerazioni Lei in base alla sua esperienza e conoscenza sarebbe favorevole alla concessione delle agevolazioni giusto?

[#15] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

per quanto riguarda i requisiti necessari, alla luce delle norme e delle circolari in precedenza citate, a mio parere nel Suo caso sussiste il diritto a fruire dei benefici fiscali.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]