Utente 357XXX
Buonasera.
Vorrei un consulto dal un medico.
Mi è morta una zia di 84 anni in un'incidente stradale, i medici dall'ospedale non mi hanno detto chiaramente se il decesso della zia e dovuto dall'incidente stradale o dalle malattie che essa gia possedeva. Gli scrivo ora il foglio che mi hanno rilasciato il giorno del decesso di mia zia.

Aterosclerosi complicata pluridistrettuale particolarmente grave a livello coronarico, renale e celebrale.
Coronaropatia aterosclerotica calcifica multivascolare occlusiva, estesa alla pressochè totalità dei rami subepicardici. Esiti cicatriziali di progresso intervento cardiochirurgico di by-pass aorto-coronarici multipli, con aspetti proliferativi intimali sub-occlusivi dei "graft". Esiti cicatriziali di pregresso infarto miocardico laminare della parete libera del ventricolo sinistro e focolai disseminati di miocardiosclerosi ventricolare. Cardiomegalia con caspicua dilatazione biventricolare.
Edema polmonare. Soffusioni emorragiche sottosierose, basale e parailare, del polmone sinistro. Fibrosi polmonare secondaria focale con enfisema irregolare paracicatriziale. Idrotorace bilaterale (complessivamente ml. 600)
Fegato da stasi subacuta. Epatite cronica prevalentemente portale con fibrosi lieve (F1-F2).
Emangioma del fegato (diametro massimo cm. 1) e focolaio contusivo sottocapsulare della della convessità del lobo sinistro. Adenocarcinoma vegetante della colecisti con diffuse aree di necrosi tumorale e colelitiasi.
Iperplasia nodulare cortico-surrenalica bilaterale. Pielonefrite cronica e nefroangiosclerosi bilaterale con atrofia severa e cicli multiple del parenchima renale. Ematoma retroperitoneale circoscritto alla loggia renale sinistra. Fratture multiple delle ossa del bacino.
Piccoli focolai multipli contusivi corticali cerebrali ed emorragie diapedetiche della sostanza bianca in sede frontale bilaterale. Emorragia subaracnoidea con coinvolgimento del sistema ventricolare.
Ferita lacero-contusa dell'emilabbro sinistro, ecchimosi periorbitaria omolaterale, focolaio contusivo-emorragico del cuoio capelluto ed ematomi superficiali del braccio e della mano sinistra e del ginocchio sinistro. Esiti cicatriziali di sefenectomia bilaterale e di pregressa istero-annessiectomia.

CAUSA MORTIS: Quadro di cardiomiopatia ischemica scompensata in paziente con politrauma recente.

Vorrei sapere la causa vera e propria della morte della zia.
Grazie..
Distinti saluti..

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

come già indicatole dal collega Dott. Migliaccio per analogo quesito, non è possibile esprimere un corretto parere sul nesso causale fra sinistro stradale e decesso senza avere esaminato tutta la documentazione clinica riguardante le lesioni riportate nel sinistro, nonchè quelle relative alle preesistenze cliniche, che sembrerebbero essere rilevanti.
Per quanto riguarda quella che viene definita "causa mortis", ben poco può affermarsi da tale referto, in quanto non si può evidenziare se la "cardiopatia ischemica scompensata" fosse preesistente o abbia avuto quale fattore di aggravamento il "politrauma", che potrebbe aver concorso causalmente alla condizione di edema polmonare riscontrata ed alle cause terminali del decesso.
Peraltro sembra che nel quadro anatomo-patologico descritto, oltre a segni di rilevanti patologie d'organo a carico di cuore ed apparato cardio-vascolare, polmone, fegato, reni e surreni, si possono evidenziare alterazioni sicuramente ricondicubili ad un politrauma, quali: "soffusioni emorragiche sottosierose, basale e parailare, del polmone sinistro", "focolaio contusivo sottocapsulare della della convessità del lobo sinistro del fegato", "ematoma retroperitoneale circoscritto alla loggia renale sinistra", "fratture multiple delle ossa del bacino", "piccoli focolai multipli contusivi corticali cerebrali ed emorragie diapedetiche della sostanza bianca in sede frontale bilaterale; emorragia subaracnoidea con coinvolgimento del sistema ventricolare",
"ferita lacero-contusa dell'emilabbro sinistro, ecchimosi periorbitaria omolaterale, focolaio contusivo-emorragico del cuoio capelluto ed ematomi superficiali del braccio e della mano sinistra e del ginocchio sinistro".

Le suggerisco di richiedere copia della documentazione sanitaria (cartella clinica di degenza, verbale di Pronto Soccorso, referti radiologici) all'Ospedale dove si è verificato il decesso, e per una migliore definizione del caso ed un'attendibile risposta al Suo giustificato quesito, di rivolgersi ad uno specialista medico-legale della Sua zona.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]