Utente 301XXX
Salve sono un ragazzo di Vicenza, ho cominciato il primo ciclo di analisi di revisione patente a causa di un art.75 che mi è stato contestato mentre NON ero alla guida e NON avevo la patente (ma avevo il foglio rosa anche se il finanziere non lo abbia citato nel verbale). Attualtemente ho fatto la terza analisi e risultano TRACCIE ma non positività solo nella prima mentre le altre due sono completamente pulite, nel capello risultato pulito non veniva comunque ricercata la cannabis.
Quali possono essere le conseguenze del ritrovamento di queste traccie? mi Verrà ritirata la patente?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Intende dire tracce di thc all'esame delle urine ? Esiste un valore di riferimento dell'esame. Sopra è positivo, sotto è negativo (al di là che venga zero o tracce, perché sotto il valore di riferimento l'esame non è attendibile). Questo a meno che non sia stato fatto un esame quantitativo in cui si dosa con precisione la quantità, ma di solito non è così, come primo esame si fa un positivo/negativo, poi se uno risulta positivo si fa il quantitativo (se interessa saperlo o per conferma). Un solo esame positivo con tracce sotto il valore di riferimento non ha significato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 301XXX

Si intendevo tracce di thc nella prima urina, l'esito è negativo quindi al di sotto del cut off però ho sentito che per altre sostanze tale esito può portare alla ripetizione dell'esame stesso. Può essere cosi anche nel mio caso? Posso considerare la mia patente al sicuro?
un ultima domanda, esistono possibilità che siano state rilevate queste tracce a causa della frequentazione di persone che assumono thc?(ad esempio stare prolungatamente in una stanza con una o più persone che assumono thc con una certa regolarità.)
La ringrazio della cortese attenzione.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

E' un procedimento scorretto. Se il primo esame è dubbio si dovrebbe avere già un secondo campione su cui ripeterlo. Se l'esame è già ripetuto due volte, se è negativo è negativo, e il cutoff è il riferimento per deciderlo, infatti neanche dovrebbe essere riportato il valore se è sotto il cutoff, non ha senso.
Solo con un esame con "tracce" sotto il cutoff non è corretto né chiedere un secondo campione, né contestare alcunché.
Il fumo passivo di thc non produce significatività sopra i cutoff, mentre ci sono alcuni farmaci che producono false positività.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 301XXX

Gentile Dr. Pacini

Per avere avere ulterieri conferme, quali sono questi farmaci? perchè più di un mese fa ho fatto una piccola cura di una settimana di alprazolam (neanche 1mg al giorno) per gestione dell'ansia e assumo regolarmente pantoprazolo da 40 mg per una gastrite.
La ringrazio per la sua esaustività e spero di non doverle arrecare ulteriore disturbo.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ad esempio il pantoprazolo può dare falsi positivi per il thc
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it