Utente 299XXX
Salve ,Il 14 dicembre alle 14,30 circa scorso sono stato colpito da infarto miocardico preso in tempo allertando il 118 seguito da FV durante la visita in PS ,direi miracolato dopo 10 shock con il defibrillatore e prontamente sottoposto a intervento di angioplastica ,ciò nonostante ho conservato una buona funzionalità di pompa 63% e quasi assenza di lesioni al muscolo ,ma veniamo a prima .
Alle 8,00 del mattino mi sono svegliato con un leggero dolore addominale con riflesso al dorso (paragonabile alle coliche per cistifellea ) un po strano dal momento che me l'hanno tolta 20 anni fa circa ..quindi ho dato un po di peso a questo dolore anche perchè non passava quindi mi reco dal medico di base spiegandone i sintomi che a suo dire erano tipici di gastrite senza visitarmi ma solo a vista ,voglio ribadire che il medico in questione non è il mio quindi non mi conosce ,ma bensì il fratello in sostituzione ..fatto sta che mi ordina delle bustine di un gel per via orale che vado a prendere in farmacia ,non convinto anche perchè ricordo il sudore e il dolore .Arrivo a casa prendo una bustina e un po mi passa ,verso le 10 non avevo alcun dolore ma interpello mio figlio che studia medicina negli stati uniti via messenger il quale mi dice ci chiamare l emergenza perchè sono sintomi ben chiari ,io aspetto ancora con la speranza di una colica ma mi si ripresenta il dolore e questa volta non ho dubbi perchè mi ha preso le spalle alle 14 ,15 ho capito e mi sono convinto che era l infarto di la la decisione di chiamare immediatamente il 118 .La mia domanda è se il medico al mattino mi avesse visitato ed inviato al PS potevo evitare la spiacevole conseguenza dell'arresto e dell'infarto ? che responsabilità ha in questo caso ? se è responsabile quale strada legale posso intraprendere ?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
considerando quanto sommariamente descrive, e soprattutto l'esito favorevole della malattia, a mio parere sarebbe assai difficile per Lei riuscire ad ottenere un risarcimento economico.
L'unica eventuale azione che potrebbe porre in atto è una segnalazione di quanto accaduto all'URP dell'Azienda sanitaria territoriale o del Distretto sanitario.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 299XXX

La ringrazio Dottor Mascotti per il suo consulto esaustivo , buona serata.