Utente 310XXX
Buongiorno, nel luglio 2012 mentre stavo correndo ho avuto un infortunio procurandomi una lesione completa del legamento peroneo astralgico anteriore, lesione subtotale del peroneo calcaneare con versamento articolare ed edema dei tessuti molli perimalleolari. Poichè ho un'assicurazione infortuni cumulativa aziendale ho denunciato il sinistro ed a seguito di valutazione del medico legale dell'assicurazione mi è stata riscontrata e quindi indennizzata un'invalidità del 4%. Ho quindi fatto fare una perizia da un medico legale di mia fiducia che invece ha riscontrato un grado di invalidità del 10% rilevando a carico dell'arto infortunato plus perimentrico di cm uno in sede sovra e perimalleolare, i movimenti della TPA sono globalmente limitati di un terzo e dolenti ai gradi possibili. Rilevando come giudizio diagnostico: "Postumi di grave trauma distorsivo del collo del piede sinistro con lesione completa del legamento peroneo astralgico e lesione del legamento peroneo calcaneare e consistenti in algie con marcate turbe funzonali"
Ho inviato la perizia all'assicurazione che invece mi ha risposto che non ritiene di sottopormi nuovamente a visita.
Secondo lei è palusibile ricorrere all'arbitrato?
Grazie fin d'ora per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

a mio parere, da quello che ha scritto, non vale la pena di ricorrere all'arbitrato, sono spese supplementari, in quanto la valutazione è quella dell'assicurazione (forse avrebbero potuto valutare anche un 5%). In ogni caso, per correttezza senta il suo medico-legale.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona