Utente 609XXX
mia moglie è stata operata al seno con diagnosi : asportazione ca duttale infiltrante mammella sinistra- discopatia l5-s1 ho fatto domanda di invalidita' civile, la commissione medica ha riconosciuto invalita' con riduzione permanente della capacita' lavorativa dal 34% al 73%(art.2 e 13 L.118/71 e art.9 DL 509/88) - percentuale 70% - data decorrenza 15.10.2012; disabilita' rilevante 07: limitazione funzionale movimenti articolari; 16: intervento chirurgico mutilante. Revisione anno 2014 mese di gennaio . La mia domanda è se, (considerato che ha maturato le settimane per andare in pensione come bracciante agricola- contributi dal 1982 al 2013 - eta 52 anni), con queste disabilita' non gli è stata riconosciuta neache una piccola indennita dall'inps?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Il riconoscimento dell'invalidità civile al 70% non dà diritto ad alcun beneficio economico, inoltre la moglie ha anche superato i 65 anni. Pertanto la decisione dell'INPS è corretta.

cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 609XXX

Piu' precisamente volevo sapere se c'è la possibilita' di una indennita' come inabilita' al lavoro, considerato che ha lavorato dal 1982 ad oggi come bracciante agricola, preciso che l'eta' anagrafica di mia moglie è di anni 52. grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
A mio parere, da quello che ha scritto, non è da considerare inabile. Provi ad andare ad un patronato.

Saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona