Utente 338XXX
Salve,
sono stato tamponato violentemente, mentre avevo la testa girata verso il retro della macchina, con l'urto l'ho sbattuta (presumo) contro il tettino. Dopo circa dieci minuti ero al ps (sono stato portato con l'autoambulanza) dove mi veniva suturata una ferita di 10 cm sulla reg. temporale dx.. Il medico di ps scrive sulla sua relazione: vigile, orientato, non apparenti deficit. Pupille isocoriche, normoreaggenti, all'accomodazione presenta nistagmo. Lunga ferita fronto paretale destra del cuoio capelluto. Possibili movimenti del rachide cervicale senza dolore, ecc.. il giorno dopo mi viene fatta la rx dove risulta: Non evidenzia lesioni osteostrutturali di natura traumatica. Inversione della fisiologica lordosi.
Rimango in obi due notti. La diagnosi finale è trauma del capo non commotivo con lunga ferita del cuio capelluto frontoparetale dx.

La macchina viene demolita (aveva 4 anni di vita). Porto il collare (non prescritto dal ps ma datomi dal 118) per 30 giorni perché avevo sensazione di vomito, vertigini ecc...

La risonanza magnetica effettuata circa due mesi dopo dice: ridotta fisiologica lordosi cervicale in clinostatismo, con iniziali manifestazioni spondilosiche nel tratto metamerico c4-c7 ecc.ecc.

In sede di risarcimento del danno a persona la mia compagnia ritiene di non dover dar alcun punto di danno biologico per il trauma al collo poiché il medico di ps ha scritto che potevo muovere il collo e il secondo - che mi ha visitato dopo 5 ore di distanza dal primo - scrive buona mobilità attiva e passiva del collo. Inoltre affermano che l'inversione della fisiologica lordosi non porta a invalidità permanente.
Riconoscono invece un punto per la ferita al cuoio capelluto.

MI chiedo se posso oppormi a questa tesi e come (poiché dopo un anno a me il collo fa male e non lo giro tutto verso dx - prima dell'incidente invece si) e quanto potrebbe essere valutato un tale danno. E se il punto riconosciuto per la ferita (che è attualmente coperta dai capelli) sia giusto.

Grazie anticipatamente per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La tendenza delle compagnie assicurative oramai e questa: dopo aver compiaciuto per decenni un colpo di frusta con valutazioni fino al 5% allo stato questo viene valutato in sebre extra-giudiziaria O%. L'aria cambia. Il referto di PS certamente poi non la aiuta (palesemente carente).
Quel che:
-arricchire la documentazione sanitaria ad esempio con una Elettromioneurografia a documentare una sofferenza delle radici cervicali;
-dice che ha urtato il capo ed ha riportato una ferita poi suturata: trauma cranico non commotivo con flc (ferita lacero contusa), facile che vi siano anomalie Elettroencefalografiche;
-una valutazione clinica neurologica con in visione una RX delle cerniera-atlanto-occipitale giacchè ha una importante limitazione finzionale.

E meglio ancora un assistenza medico specialistica neurologica ed una legale.
Se portasse l'assicurazione in Tribunale verosimilmente cercherebbero loro un adeguata transazione extra-giudiziale.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it