Utente 736XXX
carissimi medici,vorrei un parere per quanto riguarda il diritto all'invalidità civile.Nel novembre del 2004 mi sono sottoposta ad un intervento chirurgico al collo .La diagnosi iniziale era neoformazione sottocutanea dolorosa al tatto,invece la diagnosi di uscita,dopo l'intervento è stata "linfoadenite reattiva latero- cervicale dx,diagnosi istopatologica:sei linfonodi con note di iperplasia reattiva".a causa di questo intervento chirurgico dopo aver effettuato svariate visite di controllo per verificare il motivo di intorpidimento del braccio e l'abbassamento della spalla dx ,si è giunti mediante esame elettromiografico,risonanza magnetica e visita neurochirurgica ad un marcato deficit d'innervazione e motorio con impossibilita all'abduzione ed a sollevare pesi anche di modeste entità.vorrei sapere se ho diritto all'invalidità civile ,visto che l'unico lavoro che ho sempre fatto cioè la parrucchiera adesso mi è impossibile fare.se ne ho diritto cosa devo fare e secondo voi che percentuale d'invalidità ho?vi ringrazio in anticipo e mi auguro che mi rispondiate!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
Le ho già risposta nell'altra sessione e lo faccio anche qui sia perchè ancora non ha ricevuto nessuna risposta, sia perchè ho un po' di esperienza con la medicina legale, essendo spesso chiamato in consulenza presso i Tribunali.
Per qunto riguarda il Suo danno sicuramente piò inoltrare la domanda alla Sua ASL per il riconoscimento della Invalidità Civile
Per quanto riguarda invece la valutazione in percentuale del danno è necessaria prima una valutazione clinica per poterlo orientativamente quantificare.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 736XXX

gentilissimo Dottor Migliaccio,sono veramente lieta di avere nuovamente delle risposte da lei ed infatti prima pensavo a salvare il salvabile per poter di nuovo ributtarmi a capofitto nel mio lavoro ma dopo quattro anni mi sono resa conto che tenere in mano una spazzola ed un phon diventava sempre più difficile e mi sono chiesta se questo potesse darmi qualche diritto in più per sperare in un lavoro che non richiedesse necessariamente l'uso di tutto l'arto destro.Il mio medico curante ha già provveduto a compilare il modulo d'invalidità e mi ha detto che probabilmente io rientro nella categoria dei beneficiari,infatti può incidere il fatto che io in passato abbia avuto altri interventi chirurgici come:asportazione di melanoma sul cuoio capelluto(benigno),ernia inguino-crurale sx e due ernie ombellicali?la ringrazio infinitamente!