Utente 372XXX
salve,
so che è una domanda insolita per il luogo ma credo che nessuno possa delucidarmi meglio.
Sono un ragazzo di 24 anni iscritto al 4 anno della facoltà di medicina e chirurgia.
2 anni fa circa sono stato trovato in possesso di uno spinello dalle forze dell'ordine e mi è stato elevato un verbale art.75(possesso ad uso personale). Trattandosi di illecito amministrativo e trattandosi di PRIMA ed UNICA segnalazione sono stato ammonito con invito formale a non fare più uso di stupefacenti e la storia si è conclusa senza ulteriori conseguenze.
Ora...so che è un illecito che non viene iscritto nel casellario giudiziale in quanto considerata condotta penalmente lecita e sanzionabile solo in via amministrativa, ma un dubbio mi perseguita.
Questo evento potrà ostacolare la mia iscrizione all'albo dei medici?
Credo rimarrà del tutto ignoto in quanto ne rimane traccia solo negli uffici degli operatori del nucleo operativo tossicodipendenze (da quello che ho letto)...
Nel qual caso venga a galla (non so in che modo a questo punto) potrà rappresentare un ostativo alla mia iscrizione?
Grazie mille e scusate se sono fuoriluogo ma non so a chi chiedere.(nonostante un avvocato mi abbia detto di stare tranquillo vorrei sentire il parere di una persona realmente del mestiere)...

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la risposta al Suo quesito è sovrapponibile a quelle già fornite ad altri Utenti:
https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-legale-e-delle-assicurazioni/303202/Albo-professionale

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/356299-iscrizione_ordine_dei_medici.html

Nello specifico, le condizioni che escludono l'iscrizione all'Albo sono:
1."condanna per un delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni o nel massimo a cinque anni"
2."interdizione dai pubblici uffici di durata superiore a tre anni".

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 372XXX

grazie per l'immediata risposta dottore,
ma quindi mi chiarisca meglio...in quanto solo illecito amministrativo e non penale, quelle sono condizioni che non mi riguardano giusto?...cioè, posso stare realmente tranquillo che quell'evento non inficierà la mia futura iscrizione all'albo dei medici nè tantomeno la partecipazione ai concordi pubblici, o sbaglio?...

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

penso che la risposta precedente sia più che chiara, e non necessiti di ulteriori approfondimenti, almeno per uno studente della facoltà di Medicina.

Per quanto riguarda invece la partecipazione ai concorsi, che è ben differente dall'iscrizione all'albo, fa testo il bando di concorso, e comunque esiste una discrezionalità dell'Amministrazione, che può variare a seconda del tipo di concorso.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 372XXX

grazie del tempo che mi ha concesso, ed ho capito, ma vede, la mia ansia deriva dal fatto che in quella occasione mi presi la colpa per non far incorrere in sicure peggiori conseguenze una persona con cui mi trovavo insieme e non vorrei pagare oltre il dovuto vista la mia reale condotta.
detto ció le auguro un buon proseguimento di serata...