Utente 372XXX
Buongiorno,
A causa della somministrazione impropria di un faramco, dove imperizia e negligenza sono già state accertate, ho riportato danni al sistema muscolo-scheletrico e neurologico specialmente agli arti inferiori. Essendo stato un danno "chimico", gli esami ecografici ed elettromiografici non sono molto marcati, ma il danno è comunque presente. Da un punto di vista dell'obbiettività clinica invece, permane una ipotrofia muscolare specialmente a gambe e polpacci, che, seppur non grave, è sufficiente a rendermi impossibile la guida, lo stazionamento o deambulazione per lungo periodo, il salto e la corsa, il poter fare le scale agevolmente e ovviamente il poter praticare sport non agonistico come facevo prima. E' evidente quindi che avendo meno di 30 anni, questa situazione è destinata a limitarmi fortemente nella vita quotidiana; tuttavia mi domando se esistano delle tabelle ufficiali che il mio medico legale potrebbe utilizzare come riferimento per valutare il mio danno dal punto di vista della responsabilità professionale in modo da essere il più accuratamente possibile alla mia situazione.

Cordialmente,

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

non esistono attualmente tabelle di Legge riguardanti il danno biologico conseguente a responsabilità professionale.
Ogni specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni utilizza quale riferimento per la valutazione in tale ambito le Tabelle di Dottrina, che senz'altro il professionista al quale si è rivolto, se è specializzato nella disciplina, conosce ed è in grado di applicare al Suo caso.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]