Utente 775XXX
Buongiorno sono un militare che lavora a Roma, che dal Aprile 2001 è impiegato come videoterminalista e dal novembre scorso sofferente di cervicobrachialgia, che pensavo fosse dovuta a frescate ecc. A giugno stanco del dolore che andava aumentando mi sono rivolto all'ortopedico militare che mi ha prescritto terapie di massaggi, ultrasuoni e chinesi che non ho potuto svolgere perchè l'ospedale militare non accettava prenotazioni fino al settembre. Alla fine di luglio in ferie mi sono fatto visitare da un fisiatra il quale ha richiesto la risonanza magnetica(svolta inizio agosto) dalla quale si evidenziano una ernia (che comprime il midollo e il nervo del braccio sx ed una protusione cervicale). Con tale risultato e con rx morfodinamico sono stato visitato dal neurochirurgo il quale mi ha detto che la causa del problema era posturale.. Quindi adesso necessito di consigli su come affrontare il problema volendo aprire una causa di servizio. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
37801

Cancellato nel 2010
Bisogna vedere l'ìintera documentazione e visitarla.
Il problema (non insormontabile) sarà dimostrare il nesso di causalità tra il suo alvoro e la patologia