Utente 136XXX
salve, per un ernia discale localizzata in l5-s1 mi sono visto rifiutare l'idoneità alla pratica sportiva agonistica, gioco in una squadra di pallavolo di maschile di III divisione, il livello sia degli allenamenti, sia del gioco non sono certamente elevati. Pienamente conscio del problema che può derivare dal sostenere un'attività agonistica con questa patologia, volevo sapere se firmando qualche modulo in cui dichiaro di essere a conoscenza di tutti i rischi derivanti dalla mia condizione e declinando qualunque persona eccetto me da possibili danni e/o conseguenze dal continuare della mia attività agonistica, posso scendere in campo e svolgere regolarmente il mio campionato CONTRO PARERE MEDICO.
grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

la possibilità di potere giocare o no, nonostante il contrario parere del medico sportivo, dipende dal regolamento in vigore presso la società sportiva a cui è iscritto.
Posso però dirle che in ambito medico-legale nessuno può declinare una responsabilità, nemmeno nei confronti di un soggetto che dichiari di esonerare terze persone da tale responsabilità.
Vale a dire che anche con una sua eventuale dichiarazione "liberatoria", la responsabilità di un eventuale danno ricadrebbe comunque sulla società sportiva.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it