Utente 400XXX
Buongiorno, da alcuni anni soffro di ernia discale, lombi sciatalgia, la tac fatta lo scorso inverno ha come referto "riduzione della fisiologica lordosi con rotoscoliosi sn convessa lombare. Spondilodiscoartrosi L2-L3 e L3-L4 con osteofitosi intersomatica ed armonica protrusione dei corrispondenti intersomatici con impronte sul sacco durale.
A livello L4-L5 formazione erniaria del disco in sede forami alle sn con conflitto radicolare.
Diffusa protrusione del disco tra L5-S1 con parziale impegno del neuroni rame sn.
Ipertrofia dei massicci articolari posteriori tra L5-S1"
Successivamente ho fatto visita neurochirirugica, ed il medico ha riscontrato una rotoscoliosi che potrebbe essere la causa delle successive ernie. L'operazione proposta mi ha molto,preoccupata per la sua invasività. Le successive visite hanno riscontrato un calo di forza negli arti.
Vorrei presentare la domanda per il riconoscimento della 104, non per non lavorare, ma per poter usufruire di qualche giorno al mese di pausa perché stare in piedi o delle volte anche andare a lavoro è impossibile (purtroppo ho un lavoro precario e i periodi di malattia sono ridotti). Questo tipo di patologia rientra tra quelle riconosciute? Il mio medico curante mi ha suggerito di rivolgermi al caf, quali sono i passaggi e sopratutto ci potrebbero essere delle possibilità?
Ringraziando per l'attenzione
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

a mio parere, considerando la patologia da cui è affetta, non vale la pena presentare la domanda in quanto certamente non verrebbe riconosciuto l'handicap grave (art. 3 comma 3 L. 104) e pertanto non avrebbe diritto a niente.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona