Utente 398XXX
Salve,
sono un ragazzo di 33 anni che a ottobre del 2015 si è sottoposto ad un intervento di sostituzione valvolare aortica per una malformazione congenita (valvola bicuspide), portatore quindi di protesi valvolare meccanica. Cadendo il rinnovo della patente prima di questo intervento (agosto 2015), feci la visita presso la commissione medica locale che me la sospese per 6 mesi nonostante un quadro generale tutto sommato non preoccupante, con la motivazione che ero a rischio sincope (rischio che comunque successivamente non mi fu confermato dal mio cardiologo e che di fatto non si materializzò). Allo scadere dei 6 mesi la patente mi fu riconfermata e rinnovata per un anno, pertanto mi trovo adesso a dover rifare la visita presso la commissione medica locale . Durante quest'anno si sono verificati degli episodi di pericardite recidivante, che hanno comportato febbre e un successivo dolore alla spalla sinistra. I vari medici che mi seguono mi hanno rassicurato che è una situazione piuttosto diffusa dopo un intervento a cuore aperto, e che tende a ridursi con il tempo, salvo rare complicazioni. Il resto del quadro è assolutamente positivo, con ECG ed Eco-Doppler ottimi, valori di pressione normali (seguo comunque una terapia farmacologica), indice FE pari al 60% e una classe NYHA assegnatami pari a 1. Sul referto che dovrei mostrare in commissione viene anche riportata questa pericardite recidivante che attualmente viene trattata con l'assunzione di colchicina. Proprio questa pericardite mi potrebbe creare problemi in sede di rinnovo presso la commissione medica legale? Aggiungo che a giugno del 2016 feci un altro intervento per correggere una coartazione aortica.

Ammetto che la cosa mi sta creando un pò di ansie, in quanto come potete immaginare alla mia età uso molto la macchina, pertanto ringrazio anticipatamente tutti i professionisti che mi risponderanno.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
la Commissione Medica Locale valuterà se, nelle condizioni attuali e considerato il pregresso, Lei è in grado attualmente di condurre un veicolo in sicurezza; si affidi serenamente al giudizio della Commissione, considerando che non si tratta di una vessazione, ma di un adempimento dovuto per tutelare sia Lei, che gli altri.
Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Gentile Dott. Mascotti,
la ringrazio per il tempo che mi ha dedicato. Io sono ben cosciente del ruolo di queste commissioni, però mi capisca se in questo momento mi riesce un pò difficile ascoltare il suo consiglio ed essere più sereno riguardo questa visita. Ma ho apprezzato molto il suo intervento, e per questo la ringrazio nuovamente.