Utente 544XXX
Buongiorno, ho un disperato bisogno di chiarimenti. In giugno 2007 ho subìto un tamponamento in autostrada in seguito al quale mi sono accorta di una perdita consistente di udito. Sono stata ricoverata in ospedale dove sono stata sottoposta a terapia di sostegno cocleare via endovenosa. La diagnosi è stata di "ipoacusia neurosensoriale bilaterale più marcata a destra" con esame audiometrico che ha riscontrato perdite fino a quasi 90 decibel sulle frequenze acute. La RM non ha presentato lesioni. Successivamente mi sono rivolta ad un altro ospedale ed ho fatto delle infiltrazioni di cortisone transtimpaniche senza risultato.
Il medico legale al quale mi sono rivolta è perplesso nel dimostrare che l'ipoacusia è legata al trauma cervicale. Il problema è che prima dell'incidente non mi ero accorta di nulla e solo dopo il trauma sono corsa all'ospedale perchè non ci sentivo più al telefono!!!!
So che in letteratura esistono riferimenti riguardo ad una ipoacusia post traumatica... Ma come si può dimostrare??
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Il caso non è semplice, in quanto bisognerebbe dimostrare che prima dell'incidente non aveva problemi all'udito, se non ha tali esami è inutile andare avanti.

Dr. M. Golia - medico legale e del lavoro - Brescia
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 544XXX

Grazie mille per il consulto...So che il caso non è semplice...in effetti non ho esami audiometrici precedenti l'incidente...il mio medico legale ha scritto una perizia chiedendo un'invalidità del 6%.... Sicuramente in sede di perizia dell'assicurazione spunterò un 3% e mi terrò il mio danno permanente ed ingravescente.... Ma non posso fare proprio nulla senza gli esami precedenti?
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Penso che la valutazione del danno biologico per gli esiti del colpo di frusta (non complicato e non valutando il danno uditivo) è pari all'1-2%.
Dr. M. Golia - medico legale - Brescia
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#4] dopo  
Utente 544XXX

Peggio di quel che pensavo.... Scusi se insisto... Ma secondo il Suo parere non posso fare proprio nulla? Devo rassegnarmi? In internet ho trovato dei riferimenti che avvallano la mia tesi di un'ipoacusia post traumatica... Ma il problema vero rimangono gli esami audiometrici precedenti che non possiedo.... Giusto?
Grazie mille e perdoni l'insistenza ma questo incidente mi ha rovinato la vita e la serenità...

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Infatti ! bisognerebbe prima dimostrare che il problema uditivo non era preesistente e poi che il trauma cervicale ha determinato l'ipoacusia. tutto è possibile, ma in ambito medico-legale è altamente improbabile nel suo caso dimostrare il nesso di causalità.

Dr. M. Golia - medico legale - Brescia
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#6] dopo  
Utente 544XXX

Gentile Dr. Golia, credo lascerò perdere, anche se mi costa molto dal punto di vista "morale"... Mi deprime moltissimo pensare di non poter dimostare di aver subìto un danno così serio....
Grazie mille per la Sua disponibiltà