Utente 492XXX
Buongiorno, Vi contatto per chiederle cortesemente aiuto ..nel tentare di capire se ho la possibilità fruire della riduzione dell'IVA al 4% nell'acquistare una nuova auto; vi pongo questa domanda, in quanto mi hanno finalmente dopo 5 tentativi.. riconosciuto lo stato di invalido con stato di gravità (L. 104 art. 3 comma 3) ma, un patronato mi dice che non posso fruire dell'IVA agevolata, in quanto sul verbale non si evince annotazione per tale beneficio..!?! Ma è proprio così?? Visto che mi sono rivolto ad un medico legale proprio perché ormai fatico a deambulare.., e la parte finale della sua Relazione recita:
CONSIDERAZIONI MEDICO-LEGALI
Dalla disamina medico-legale del caso risulta che: ********** presenta, allo stato attuale, il
seguente quadro biopatologico:
SINDROME DI CHARCOT-MARIE-TOOTH DI TIPO I. OBESITA. OSAS IN TERAPIA CON C-PAP.
DIABETE IN TERAPIA CON IPOGLICEIVIIZZANTI ORALI. DEPRESSIONE MAGGIORE IN TERAPIA
FARMACOLOGICA. TIROIDITE DI HASHIMOTO IN TERAPIA FARMACOLOGICA. IPERTENSIONE
ARTERIOSA IN TERAPIA FARMACOLOGICA LINFEDEMA SEVERO ARTI INFERIORI. CARDIOPATIA
IPERTENSIVA CON SCARSO CONTROLLO PRESSORIO POLIARTROSI CON DISCOPATIA C-D-L. STENOSI L3-L4. DUPLICE OSTEOTOMIA GINOCCHIO DX + MENISCECTOMIA E RICOSTRUZIONE LCA
IN GONARTROSI.".
ll suddetto quadro per natura, tipologia, entità e polidistrettualità, si ritiene concretizzi e giusti chi il
giudizio medico-legale di:
lNVALlDO CON TOTALE E PERMANENTE RIDUZIONE DELLA CAPACITÀ LAVORATIVA 100% ART.
2 E 13 L. 118/71 EART9 DL 509/88
Si ritiene che le condizioni cliniche del Pz.` le polipatologie cui il Pz. Risulta affetto e le disabilità ad
esse correlate concretizzino e giustifichino il giudizio medico-legale di:
Handicap in situazione di gravità: HANDICAP Dl CUI AL 3 COMMA art.3 L. 104/92

il verbale della commissione medica recita:
Codice ICD9
L'INTERESSATO:
-è INVALIDO CON CAPACITà DI DEAMBULAZIONE SENSIBILMENTE RIDOTTA (ART. 381 DPR 495/1992
-è PORTATORE DI HANDICAP CON RIDOTTE O IMPEDITE CAPACITà MOTORIE PERMANENTI (ART. 8 LEG. 449/1997)
REVISIONE: SI ANNO: 2020 MESE: 06?
P.S. non hanno preso neanche in cosniderazione il Linfedema grave agli arti inferiori..
quindi, come potrei o dovrei fare per avere il diritto di usufruire del beneficio sopra citato? ..non ho proprio nessuna possibilità?

Vi ringrazio anticipatamente.

Saluti Cordiali

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

Per poter usufruire delle agevolazioni fiscali, nel verbale di invalidità civile o di handicap, deve esservi scritta la seguente dicitura:

Persona con ridotte o impedite capacità motorie permanenti (articolo 8, legge 27 dicembre 1997, n. 449)

Se è presente questa voce, la persona, ha pieno titolo all’accesso alle agevolazioni fiscali sui veicoli, con l’obbligo di adattamento del veicolo e nei limiti previsti per legge.

Per maggiori informazioni può consultare quanto si trova al seguente link:
http://www.handylex.org/schede/agveicolimotori.shtml

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Dr. Mascotti Buonasera,
nel ringraziarla per la solerte risposta, se possibile, chiedo un chiarimento, e cioè, proprio come ho scritto nella mia precedente richiesta, una delle diciture è proprio: -è PORTATORE DI HANDICAP CON RIDOTTE O IMPEDITE CAPACITà MOTORIE PERMANENTI (ART. 8 LEG. 449/1997) REVISIONE: SI ANNO: 2020 MESE: 06, ma chi determina e come.. quali sono gli adattamenti necessari al veicolo?

Grazie mille per il supporto.

Saluti cordiali.

[#3]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

per quanto è a mia conoscenza:
- i veicoli destinati al trasporto di disabili, per poter contare sulle agevolazioni, devono essere opportunamente allestititi con almeno uno degli adattamenti previsti dal Ministero dei Trasporti e cioè:
1. pedana sollevatrice ad azionamento meccanico/elettrico/idraulico;
2. scivolo a scomparsa ad azionamento meccanico/elettrico/idraulico;
3. braccio sollevatore ad azionamento meccanico/elettrico/idraulico;
4. paranco ad azionamento meccanico/elettrico/idraulico;
5. sedile scorrevole - girevole simultaneamente;
6. sistema di ancoraggio delle carrozzelle con relativo sistema di ritenuta (cinture di sicurezza);
7. portiera/e scorrevole/i.

Per i veicoli adattati alla guida possono essere considerati adattamenti anche quelli prodotti in serie (ad esempio il cambio automatico), purché tali dispositivi siano riportati come prescrizione nella patente di guida o nel foglio rosa.
Inoltre gli allestimenti al trasporto debbono essere caratterizzati da un collegamento permanente al veicolo, ma devono essere tali da comportare effettivi adattamenti: quindi non possono essere semplici aggiunte di normali "optionals", ovvero consistere nella applicazione di dispositivi già previsti in sede di omologazione del veicolo e da montarsi, in alternativa, a richiesta. -

In sintesi, l'adattamento non necessita di prescrizione se il veicolo è già destinato al trasporto di disabili dal costruttore.
Se invece il veicolo viene adattato successivamente, la prescrizione è quella riportata nel documento di guida (patente o foglio rosa) dell'invalido.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#4] dopo  
Utente 492XXX

Grazie infinite Dottore, molto cortese!!

Cordialità.