Utente 107XXX
Gentili dottori ho subito un incidente quasi 2 mesi fa con seguente diagnosi da rm del 02/04/09 : disco compreso tra l4-l5 mostra lieve ipointensità del segnale in t2 x iniziali fenomeni degenerativi-disidratativi con marcata protusione ad ampio raggio con aspetto focale di grossa ernia in parte espulsa in sede mediana paramediana di dx dove impronta nettamente il sacco durale.Anche il disco compreso tra l5-s1 mostra aspetti degenerativi con marcata protusione ad ampio raggio.Il mio dottore mi ha detto a grosse linee che ho due ernie una che mi comprime il midollo ed una che mi preme sull'articolazione della gamba dx che in questi giorni non ho più la stabilità ho un dolore su tutto l'esterno della stessa che mi arriva fino al tallone, sono a riposo e mi devo muovere con una stampella che mi aiuta nei movimenti. Dovrò sottopormi tra una settimana a una visita neurochirurgica.Essendo stato investito ero in ciclomotore da una macchina ho ragione accertata al 100% l'assicurazione della controparte mi ha contattato x un eventauale accordo,voi cosa ne pensate in merito? E a vostro giudizio cosa ne pensate nel quantificare il danno subito? Un ringraziamento anticipato

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Egr. Utente 107798,
intanto è troppo presto per quantificare il danno essendo trascorsi appena due mesi e dovendo lei compiere ulteriori accertamenti.
In secondo luogo le occorre una valutazione specialistica medico legale preliminare in modo che il collega che la deve seguire nella valutazione del danno sia informato di tale situazione.
Sulla riconducibilità causale di tale situazione clinica all'incidente lasci decidere al suo consulente medico legale. Occorre verificare se la dinamica del fatto, ad esempio, è idonea a produrre tale quadro clinico.
Pertanto prenda contatto con uno specialista in medicina legale della sua zona.
Saluti
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 107XXX

Grazie x la vostra risposta anch'io ero indirizzato a lasciare il giusto decorso del fatto quello che mi ha lasciato perplesso è che la controparte mi voglia contattare x un accordo.Secondo voi vista la patologia e avendo saputo che le ernie non ritorneranno in sede quello che mi aspetta dal lato medico se non aquisterò l'uso della gamba come dovrebbe forse dovranno essere asportate? in che modo? Quale dovrebbe essere il decorso? Naturalmente sto guardando ... le peggiori delle ipotesi se potessere esserci.Grazie

[#3] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente 107798,
per quel che riguarda la cura del suo problema ho visto che ha inviato una richiesta anche verso la corretta specializzazione che le può meglio di me indicare le soluzioni e le prospettive per cui la invito eventualmente a chiedere ulteriori lumi ai neurochirurghi.
Ad ognuno il suo mestiere.
Saluti ed in bocca al lupo
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni