Utente 118XXX
Buonasera,
le spiego la situazione: nel 2001 a causa di un sinistro stradale in scooter riporto frattura di entrambi i femori, gamba sx altezza 3 medio, gamba dx frattura sovracondiloidea esposta pluriframmentaria. Mi operano applicandomi mezzi di sintesi che purtroppo ancora oggi ho solo nel femore dx.L'assicurazione mi liquida i vari danni e il medico ortopedico mi dichiara guarita con postumi.
Oggi mi ritrovo a dover periodicamente effettuare dei cicli di fisioterapia per il muscolo della gamba dx (nonostante io non abbia mai smesso di fare sport)e massaggi alla schiena in quanto ho assunto una postura sbagliata.Il fisiatra proprio ieri mi ha detto che da distesa le mie gambe hanno la stessa lunghezza, mentra se misurate mentre sono in piedi la dx risulta piu corta e questo determina una postura sbagliata con conseguente necessità di cicli di fisioterapia.La domanda è:posso chiedere all'assicurazione il pagamento di tutte le spese che continuo a sostenere per i postumi dell'incidente o non posso pretendere piu nulla da parte loro?? inoltre ho avuto 30 punti di invalidita.
Grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

dovrebbe precisarmi:
- se lei è già stato risarcito dall'assicurazione e quando;
- se il risarcimento è avvenuto con un accordo extragiudiziale tra le parti oppure in una eventuale causa.

Queste informazioni sono importanti, perchè, se lei ha firmato ai tempi una quietanza per l'assicurazione in un accordo extragiudiziale oppure è stato risarcito nell'ambito di una causa, le spese future, se non determinate al momento dell'accordo o della causa, non possono più essere richieste.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it