Utente 107XXX
Buonasera dottore,
mio zio, di 78 anni, soffre di artrite reumatoide, riscontrata e curata dal 2006.
Lo zio é stato operato alla protastata nel maggio del 2008, all'ospedale S. Rita e alle dimissioni gli avevano indicato un sospetto di carcinoma ma non gli è stata fatta alcuna biopsia nè prima nè dopo l'intervento per appurare la situazione.
Inoltre gli è stato riscontrato un carcinoma alla prostata, attraverso una biopsia, il 27-3-2009.
Attraverso una scintigrafia, gli è stata riscontrata un'iperfissazione della sincondrosi sacro-iliaca destra, il 2-04-2009. Cosa significa iperfissazione della sincondrosi sacro-iliaca?
Il referto suggerisce di sottoporsi ad analisi morfologica. In cosa consiste l'analisi morfologica?
Cosa ci consiglia?
Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Iperfissazione significa captazione o accumulo eccessivo di tracciante radioattivo in quella sede. Le cause possono essere di solito duplici:artrosi, traumatismi oppure di natura tumorale.
Si suggerisce analisi morfologica significa che il dubbio è tale da richiedere esami che descrivano meglio dal punto di vista morfologico la sede ossea per risolvere il dubbio (TC o RMN o RX mirata).
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),