L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 101XXX
Gentili Dottori,

ringrazio in anticipo chiunque di Voi potrà o vorrà rispondere. Il mio quesito è il seguente: in seguito ad una visita con un Omeopata, il medico mi ha prescritto epathine e rhus toxicodendron. Ho letto che durante l' assunzione dei rimedi omeopatici si sconsiglia il contemporaneo uso di caffè e thè. Vorrei sapere se ciò è vero anche per 'gli equivalenti' privi di caffeina/ teina, tisane (menta piperita e rosa canina) ed altre bevande contenenti ginseng e/o guaranà.

Buon lavoro a tutti!

[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,
durante una cura omeopatica si può continuare a mangiare, salvo diversa indicazione del medico, praticamente tutto quello che si mangiava prima e si possono utilizzare tranquillamente le comuni spezie o sostanze aromatiche (menta, caffè, dentifricio, pepe ecc.).
Gli unici consigli sono quelli di assumere i medicinali omeopatici possibilmente lontano dai pasti (almeno 20 minuti prima o dopo), di tenerli lontano dalla canfora (che inattiva la maggior parte dei farmaci) e di tenerli lontano da forti campi elettromagnetici (TV, forno a microonde, cellulare ecc.).

Cordiali saluti
Dr. Tancredi  Ascani
Medico omeopata unicista

www.omeosan.it

[#2] dopo  
Utente 101XXX

Gentile Dr. Ascani,

La ringrazio moltissimo per la Sua cortesia e l' estrema chiarezza. Le auguro buona giornata e buon Natale.