L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 115XXX
Ho 52 anni.
A seguito di episodio di trombosi venosa retinica di branca che non ha per fortuna lasciato problemi, mi hanno prescritto l'assunzione di Cardioaspirin giornalmente e di folina, considerata l'omocisteina e il colesterolo un po' alti e la mutazione riscontrata del fattore II di Leiden.
Non tollero assolutamente la cardiospirina che mi stava procurando seri problemi dopo un anno e mezzo di assunzione.
Idem per prodotti sostitutivi.
Mi é stato allora consigliato il "Cercis siliquastrum" (macerato glicerico - )90 gocce al giorno in tre somministrazioni) e di proseguire con la Folina.
Ho risolto in pochi mesi i miei pesanti problemi di stomaco (e di stanchezza) ma gradirei gentilmente sapere:
1) L'efficacia del Cercis siliquastrum rapportata a quella della cardioaspirina a livello preventivo per il mio problema.
2) Il meccanismo per cui il Cercis siliquastrum sarebbe utile per prevenire la trombosi retinica.
3) Se preso per lungo tempo può generare problemi o avere effetti collaterali.
Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il Cercis siliquastrum le è stato suggerito perchè esplica azione fluidificante sul circolo sanguigno;
un confronto preciso con la cardioaspirina non si può fare perchè i principi attivi del Cercis s. non sono esattamente dosati nei comuni prodotti in commercio.
Eventuali effetti collaterali conseguenti ad un'assunzione prolungata non si conoscono, osservazioni e sperimentazioni a lungo termine non sono state effettuate.
Perdoni il ritardo nella risposta.

Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica