L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 647XXX
GRAZIE A CHIUNQUE RISPONDESSE. HO POSTO UNA DOMANDA IN MEDICINA INTERNA,MI HANNO RISPOSTO CHE SE NON AVESSI RICEVUTO RISPOSTA ,AVREI DOVUTO SPOSTARMI IN MEDICINE NON CONVEZIONALE.ASPETTO VOSTRE NOTIZIE .GRAZIE TANTE.SONO L'UTENTE 64742.

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
per completezza riporto per intero il suo quesito:

"salve dottori,grazie a chiunque risponderà.Vorrei sapere se si possono attenuare o meglio eliminare dei lievi sbandamenti,non invalidanti fortunatamente,quando mi si presentano,attraverso delle cure omeopatiche,fiori di bach.In questo periodo ho fatto una radiografia cervicale con risultati:verticalizzazione della lordosi fisiologica che tende alla cifosi.
Chiedo se c'e' un tipo di rimedio,anche perchè fin'ora mi sono affidata ad un otorino con scarso risultato,volendomi inizialmente fare un esame vestibolare,dicendo pero' successivamente che non ne avrei avuto bisogno.Mi ha fatto semplicemente sdraiare su di un lettino ,facendomi ruotare la testa prima a destra e poi a sinistra all'indietro e seguendo il suo dito,qui ho notato mi ricordo un lievissimo squilibrio,durato 2 secondi proprio quando mi girai dalla parte sinistra,stranamente proprio dove risulta questa verticalizzazione.Sarei grata a chiunque mi desse delle delucidazioni,anche perche' in questo periodo convivere con questi squilibri,tipo mal di mare non e' piacevole.
Un ultima cosa,che volevo dirle,questi episodi di squilibrio mi si presentano gia dall'anno scorso proprio nel periodo marzo-aprile a seguire,e gli episodi accadono inizialmente quando camminavo o ero seduta a tavola.GRAZIE MILLEper l'attenzione".


In omeopatia esistono numerosi rimedi per ridurre le contratture muscolari, l'infiammazione del tessuto nervoso e favorire il microcircolo.
Premessa una corretta diagnosi del suo disturbo (sofferenza cervicale?, disturbo dell'equilibrio?, postura scorretta?, malocclusione della mandibola?, etc.) un trattamento di medicina integrata potrà risultare di sicuro giovamento.
Cordialmente.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica

[#2] dopo  
Utente 647XXX

la ringrazio molto dottore.In effetti mi sto focalizzando principalmente su questa cervicale,in quanto l'altro giorno il fisiatra mi ha detto che sono molto contratta ,prescrivendomi dunque delle terapie ,mobilizzazione dorsale,massoterapia.Avevo forse tralasciato un particolare,mi ha misurato la pressione risultando 65/105,dicendo che se avesse fatto un pochino piu' di caldo ,i sintomi che gli ho descritto (lievi squilibri e una leggera tachicardia),potevano riferirsi proprio alla pressione.In piu' chiedere al medico di famiglia non mi aiuta in quanto mi prescrisse ,circa 10 gocce di valium,per la sera.purtroppo temo,da perfetta ignorante, che una precisa diagnosi è difficile a farsi,in quanto la scorretta malocclusione c'e',una sofferenza alla cervicale anche e un disequilibrio in questo periodo c'e' nonostante mi si sia attenuato notevolmente.Ma in caso di ricomparsa?e' questo che mi chiedo.Comunque la cosa che faccio di piu' in questo periodo e' di inglobare liquidi e speriamo il tutto sia dovuto al cambio di stagione e al caldo.Grazie tante.

[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Nella sua "ignoranza" ragiona da sapiente, solitamente infatti si definiscono come sindromi proprio perchè possono concorrere vari fattori causali e non ben definiti.
Proceda con il trattamento fisioterapico per la cervicale e d'accordo con lei nel non prendere le dieci gocce di v..., a mio avviso nel suo caso non c'e alcun razionale per l'assunzione di quel farmaco.
Consideri che nella sua (nostra) città esistono ambulatori pubblici dove può effetture applicazioni di agopuntura: potrebbe essere molto indicata per il suo disturbo.
Cari saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica